Artigianato, cresce l’occupazione. «Ora più credito dalle banche»

Pubblicato il 4 Ottobre 2017 in Imprese, Territorio

artigianato  

L’artigianato si conferma tra i settori che trainano l’occupazione altoatesina. I dati diffusi oggi dall’Osservatorio del mercato del lavoro della Provincia, relativi a settembre, indicano 260 assunzioni in più(+3%, in totale 8.869 occupati) rispetto allo stesso periodo del 2016 nell’edilizia artigianale, e 227 posti in più (+3%, in totale 7.817 occupati) nella manifattura artigianale.

Micro imprese solide e credibili: «Segnale anche alle banche»

«Con quasi 500 assunzioni in un anno – commenta Claudio Corrarati, presidente regionale della Cna-Shv – l’artigianato viaggia alla media di 40 posti in più al mese. Un segnale che rende ancor più credibili le piccole e micro imprese. Una stabilità, quella delle imprese artigianali, che può essere rafforzata dalla semplificazione burocratica da parte della Pubblica amministrazione, visto che oggi la burocrazia porta via tempo e denaro per espletare un enorme mole di pratiche. La Provincia può inoltre aiutare le Pmi con una riduzione del carico fiscale, azzerando ad esempio l’Imi sugli immobili strumentali. Questi dati, infine, dovrebbero servire alle banche per capire che le piccole e micro imprese sono solide e credibili e pertanto meritevoli di ricevere credito per liquidità e investiment».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211