Menu

Appiano, la Caserma Mercanti sede di Carabinieri e Protezione Civile

Pubblicato il 12 Luglio 2019 in Infrastrutture

 

Nell’areale della Caserma Mercanti di Appiano nei prossimi anni troveranno spazio la nuova caserma dei Carabinieri e la nuova sede della Protezione civile. Un importante passo per raggiungere l’obiettivo è stato compiuto il 12 luglio nel Commissariato del governo di Bolzano. Alla presenza del sottosegretario Stefano Candiani, il prefetto Vito Cusumano, il presidente Arno Kompatscher, il direttore regionale dell’agenzia del demanio, Sebastiano Caizza e il sindaco di Appiano, Wilfried Trettl hanno, infatti, sottoscritto il relativo protocollo d’intesa. Questo prevede che la Provincia nella zona a nord dell’area di complessivi 18.899 metri quadrati costruisca la nuova caserma dei Carabinieri con quattro alloggi di servizio. In cambio lo Stato cederà alla Provincia una superficie di pari valore, ossia circa 16.059 metri quadri.  Parte di questa superficie verrà ceduta dalla Provincia al Comune di Appiano, che vi realizzerà la nuova sede della Protezione civile (caserma dei vigili del fuoco e soccorso alpino) e un’area di espansione della vicina zona produttiva. Il valore complessivo dell’operazione è di 5,48 milioni di euro.

«Questa è stata una trattativa lunga e difficile, ma con questa firma viene sancita la volontà collaborazione tra tutti gli enti coinvolti», ha detto Kompatscher all’atto della firma, ringraziando i vigili del fuoco per la loro pazienza, la quale ha fatto sì che la nuova sede della Protezione civile possa nascere in una zona strategica. Candiani ha sottolineato l’ottimo spirito di collaborazione che «altrove, nel resto del Paese, manca». Il Commissario del governo Cusumano ha fatto cenno ai vari ambiti in cui vi è un’ottima collaborazione, sottolineando in particolare quello della Protezione civile, “come avvenuto ad esempio per la slavina a Vallelunga lo scorso inverno”. «L’obiettivo comune – ha osservato la vicecommissaria Francesca De Carlini – è creare le condizioni affinché tutte le istituzioni possano centrare i loro obiettivi prioritari». L’operazione relativa alla “Mercanti” è stata definita da De Carlini una “cooperazione tra Stato e Autonomia da manuale”. Il sindaco Trettl si è detto a propria volta fiducioso che i lavori possano essere completati nei prossimi 5 anni. Le modifiche al piano urbanistico saranno effettuate d’ufficio dalla Provincia in modo da poter avviare al più presto i lavori.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211