Alto Adige, record di turisti nella stagione estiva

Pubblicato il 1 Dicembre 2015 in Culture

nuovo sito  

L’Alto Adige è terra di turismo non solo invernale. I dati del rapporto Astat confermano il trend positivo per presenze e arrivi nel periodo estivo: per la stagione 2015 è record di presenze, 18,3 milioni (+3,9% rispetto al 2014), mentre il numero di arrivi raggiunge quota 3,9 milioni (+6,9%). In entrambi i casi si tratta del valore massimo in assoluto, che va a ritoccare il record già raggiunto nel 2014.

I risultati emergono dall’analisi dalla rilevazione sul “Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi” condotta dall’Istituto provinciale di statistica (ASTAT) sulla base dei dati raccolti dalle associazioni turistiche. Analizzando la variazione percentuale di arrivi e presenze su base mensile rispetto alla stagione estiva 2014, maggio è caratterizzato da un forte aumento sia per quanto riguarda gli arrivi (+23,9%), sia per quanto riguarda le presenze (+21,3%). Di contro, giugno registra una rilevante variazione negativa sia negli arrivi che nelle presenze, rispettivamente -4,8% e -3,1%. Le oscillazioni fra maggio e giugno si possono spiegare, almeno in parte, dal fatto che due festività sono cadute a maggio invece che a giugno. La distribuzione delle presenze turistiche nei mesi estivi, conferma agosto quale mese con il maggior numero di presenze turistiche (più di 5,4 milioni), con un aumento del 3,4%.

L’analisi a livello territoriale mostra che, rispetto alla stagione estiva 2014, nei consorzi turistici Plan de Corones, Alta Badia, Alta Val Pusteria e Val Gardena si è registrato il maggior aumento sia di arrivi che di presenze. Le sole presenze invece sono aumentate ovunque, con l’unica eccezione di Bolzano Vigneti e Dolomiti, che segnala una lieve flessione. Il consorzio turistico Plan de Corones registra, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, l’aumento maggiore di presenze (+8,0%), mentre il consorzio turistico Merano e dintorni con più di 5,3 milioni, conta il maggior numero di presenze in stagione. Anche nel vicino Land Tirolo si è registrato in estate 2015 un forte aumento sia negli arrivi che nelle presenze (rispettivamente +8,1% e +3,7%).

turismo_estivo

L’analisi per paese di provenienza mostra un andamento positivo delle presenze. Le presenze degli ospiti italiani aumentano dell’8,5% e quelle degli ospiti provenienti dall’estero del 2,0%. Le presenze dei turisti della Germania, da anni in leggera ma costante crescita, registrano in questa stagione estiva un aumento dell’1,1%, raggiungendo 9,6 milioni di presenze. Ciò nonostante, i tedeschi si confermano come il gruppo prevalente in provincia e rappresentano il 52,4% del totale delle presenze turistiche, mentre gli italiani rappresentano il secondo gruppo con una quota pari al 30,9%. Aumentano anche le presenze turistiche degli ospiti provenienti dalla Francia (+5,6% con 120 mila presenze), Regno Unito (+12,3% con 105 mila), Stati Uniti (+18,3% con 87 mila) e Repubblica Ceca (+9,4% con 53 mila). La Svizzera con Liechtenstein supera il milione di presenze, registrando un aumento. Il calo più significativo invece si registra tra gli ospiti provenienti dalla Russia (-20,5% con 23 mila) e dal Benelux (-1,8% con 543 mila).

 

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211