Kompatscher: «A22 al limite delle capacità, va potenziata la rotaia»

Pubblicato il 5 Febbraio 2019 in Infrastrutture, Territorio

 

Durante la conferenza stampa al termine della seduta della Giunta provinciale, il presidente Arno Kompatscher ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda l’emergenza neve che nei giorni scorsi ha interessato l’Alto Adige, e in maniera particolare l’autostrada del Brennero dove si sono registrati i principali disagi. «Il blocco totale del fine-settimana lungo la A22 – ha detto il Landeshauptmann – ha confermato con estrema chiarezza che l’infrastruttura autostradale ha ormai da tempo raggiunto e superato il limite delle proprie capacità».

Potenziare la rotaia, gestione pubblica per A22

Per quanto riguarda le polemiche delle ultime ore, Arno Kompatscher ha precisato che «rimpallarsi le responsabilità non porta a risultati concreti. Già questo venerdì ci siederemo attorno ad un tavolo, assieme a Trentino e Tirolo, per capire quali sono i margini di manovra per migliorare la gestione di questo tipo di situazioni, anche se la strada da seguire è sostanzialmente una: potenziare la ferrovia. Solo in questo modo, ovvero incentivando il passaggio dei mezzi da gomma a rotaia, potremmo evitare la grande mole del traffico deviato, sgravando così la A22. Per raggiungere questo risultato, però, occorrono non solo infrastrutture, ma anche misure adeguate, e la prevista gestione pubblica dell’autostrada del Brennero fornisce le migliori garanzie possibili da questo punto di vista».

Emergenza neve, il bilancio degli interventi

Il presidente della Provincia, tracciando un bilancio di quanto avvenuto tra venerdì e domenica, ha ringraziato per l’impegno profuso le centinaia di persone che hanno partecipato agli interventi di emergenza sul territorio, in maniera particolare lungo la A22. I camion coinvolti dal blocco sono stati circa 1.000, per risolvere la situazione sono intervenuti vigili del fuoco, Protezione civile, Servizio strade, Croce bianca, Polizia e Carabinieri. In totale, da sabato, sono intervenuti in tutto l’Alto Adige 470 operatori del Servizio strade, con 220 automezzi per lo sgombero della neve, che hanno effettuato 12.000 ore di lavoro. 134 gruppi di vigili del fuoco con 1.600 volontari, 23 pattuglie della Poliziacon 70 agenti e 20 unità dei Carabinieri, nonchè la Croce Bianca con 25 veicoli, tra i quali 2 ambulanze, 55 volontari e 4 operatori sanitari. La colonna di assistenza ha distribuito 4500 panini, bevande calde e 200 coperte. Presso il centro di accoglienza erano operative 35 persone.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211