Commercialisti, Miani a Bolzano: «Digitalizzazione necessaria, ma va governata bene»

Pubblicato il 28 Novembre 2018 in Imprese

 

L’attività svolta nel 2018 ma soprattutto lo sguardo sul futuro prossimo sempre più digitale, con il tema della fatturazione elettronica ancora una volta in primo piano. Sono stati questi i principali temi trattati dall’assemblea generale dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Bolzano che si è svolta davanti ad oltre 250 colleghi a NOI Techpark lunedì 26 novembre. Assemblea che ha avuto come ospite d’eccezione il presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, Massimo Miani.

L’intervento del presidente nazionale si è focalizzato sul momento storico che i commercialisti stanno attraversando: «La nostra categoria sta vivendo un periodo delicato, investita com’è dal forte processo di digitalizzazione in atto. Un processo al quale non possiamo certo opporci e dal quale dobbiamo anzi essere capaci di cogliere anche le opportunità, che pure ci sono – ha spiegato Miani – la tappa più vicina e impegnativa di questo percorso è l’ormai imminente passaggio alla fatturazione elettronica. Ci siamo battuti per una sua introduzione graduale o per una sospensione delle sanzioni per un lasso di tempo ragionevole. Su quest’ultimo aspetto possiamo dire di aver raggiunto un risultato significativo. Contestualmente il Consiglio nazionale si è mosso per la realizzazione del portale di categoria dedicato proprio alla fatturazione elettronica. Un impegno preso a settembre con i nostri colleghi che abbiamo mantenuto. A breve ne illustreremo le funzionalità in un evento in diretta streaming. Sin d’ora possiamo dire che, anche grazie all’irrisorio costo di una singola fattura, pari a 5 millesimi, si tratta di un’operazione innovativa e molto conveniente per la categoria».

Altro momento centrale dell’assemblea è stata la relazione programmatica del presidente Claudio Zago: «Essere iscritti all’Ordine comporta un aggiornamento continuo, un’approfondita conoscenza della materia e il massimo rispetto della deontologia. Proprio per questo, nel 2019 il Consiglio continuerà a svolgere in modo costante, rigoroso e pregnante il lavoro effettuato negli ultimi mesi, dalla vigilanza sugli obblighi imposti dalla normativa sull’antiriciclaggio alle numerose attività di formazione continua degli iscritti, l’ultima delle quali è prevista il 12 e 13 dicembre prossimi con il corso gratuito dedicato alla Revisione Legale a cui parteciperanno, tra gli altri, Raffaele Marcello, consigliere delegato alla Revisione Legale dell’Ordine nazionale, Emanuela Mattia Cafaro dell’Università di Salerno e Raffaele D’Alessio, professore ordinario di “Audit e revisione legale”, Università di Salerno».  A seguire è avvenuta l’approvazione del bilancio preventivo e la relazione sul tema dell’incompatibilità da parte di Barbara Giordano, responsabile della commissione sul tema.

«Accounting und finanza»

L’assemblea è stata anche l’occasione per annunciare al pubblico la collaborazione nata con l’Università di Bolzano, rappresentata in assemblea dal professor Massimiliano Bonacchi, direttore del corso di laurea magistrale in «Accounting e Finanza» che l’Ateneo trilingue ha inserito nella sua offerta didattica. Un’opportunità per studenti che hanno voglia di intraprendere una carriera manageriale in gestione finanziaria, con un occhio di riguardo alla grande trasformazione digitale dei mercati, sempre più influenzati da big data e intelligenza artificiale.
Ma la particolarità di questo corso è un’altra: «Stiamo sviluppando dei programmi di doppia laurea in collaborazione con alcune università del Regno Unito e degli Stati Uniti. In questo modo lo studente avrà un doppio titolo italiano ed estero. Sono state stanziate inoltre cinque borse di studio riservate agli studenti migliori e con una grande conoscenza delle lingue, quest’oggi fondamentali. Infine grazie all’accordo raggiunto con l’Ordine, gli studenti specializzati avranno delle facilitazioni per l’accesso all’albo dei Dottori commercialisti e Revisori legali di conti» ha ricordato Bonacchi.

Social, l’Ordine al passo coi tempi

Ad oggi sono oltre 1.300 le persone che seguono sulla piattaforma Facebook la pagina ufficiale dell’Ordine di Bolzano. Un dato, questo, che testimonia la forte crescita dell’Alto Adige se paragonato con le altre pagine nazionali. La pagina dell’ ODCEC di Bolzano infatti, in pochi mesi di attività, si inserisce con forza tra le prime cinque d’Italia, davanti a realtà territoriali che hanno numeri molto più elevati di iscritti.
La vetrina dei social media ha ampliato il pubblico raggiunto dall’Ordine altoatesino, rafforzando così l’immagine di un’istituzione autorevole e capace di sfruttare i più moderni canali di comunicazione. L’apertura delle pagine Facebook e LinkedIn ha permesso di raggiungere 329mila persone e di moltiplicare così in modo esponenziale i contenuti dell’Ordine su scala nazionale. Un successo aumentato soprattutto negli ultimi 4 mesi, periodo in cui la crescita delle persone che seguono la pagina Facebook è del 518%. Lettori ma anche engagement: le interazioni (like, commenti, condivisioni) sono state 5.848.

Premiati 14 commercialisti

L’assemblea si è conclusa con la consegna delle targhe celebrative a 14 commercialisti che hanno raggiunto nel 2018 i 30 anni di iscrizione all’albo: Walter Barbin, Christof Brandt, Margit Crazzolara, Roberto Farese, Filippo Forest, Stefano Furlanetto, Andrea Gröbner, Roberto Larcher, Nicola Moscon, Piergiuseppe Nicoletti, Karl Rudolf Raich, Carmen Travaglini, Fortunato Verginer e Arnold Zani.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211