Il 14 gennaio in biblioteca "Narrare l'Alto Adige", la prima antologia letteraria sul Sudtirolo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Memorie, reportage, racconti, estratti di romanzi in lingua italiana, pubblicati dal 1990 al 2014, l’ultimo quarto di secolo. È quanto raccoglie “Narrare l’Alto Adige” (Edizioni Alphabeta Verlag, 2015), la prima antologia letteraria sul Sudtirolo, curata da Toni Colleselli. La pubblicazione sarà presentata giovedì 14 gennaio alle ore 20.30 alla Biblioteca Ortles (piazzetta Anna Frank 23, Bolzano). Interverranno il curatore Toni Colleselli, moderato da Paolo Crazy Carnevale, e Elisabetta Scavazza che leggerà alcuni brani dell’antologia.

Le contraddizioni dell’Alto Adige in letteratura

narrare-l-alto-adige«I testi raccolti – scrive Colleselli nell’introduzione al volume – propongono testimonianze e racconti storici, presentano personaggi reali e immaginari, ci introducono in paesaggi naturali e umani, espongono biografie, destini, ma anche semplici situazioni di vita quotidiana, tutti influenzati in modo più o meno esplicito da questa terra. Raccontano la storia, le storie e la vita, le vite in Alto Adige, così come appaiono ai diversi autori, come si esprimono nelle diverse situazioni, come vengono immaginate da chi le vive, da chi le guarda e da chi le narra. Creano, appunto, un mondo, il mondo altoatesino, con mille sfaccettature, con infinite contraddizioni, con ammiccamenti e rifiuti, eppure inconfondibile, se non unico, comunque diverso da altri mondi. Sono sguardo, specchio, immagine: sono letteratura. Sono il mondo altoatesino di oggi, moderno, attuale, di questi ultimi 25 anni».

Ti potrebbe interessare