Menu

Ztl a Merano: si accendono le telecamere

Pubblicato il 11 febbraio 2018 in Territorio

Postbrücke Querformat  

Ztl a Merano, si parte. Lunedì 12 febbraio diventa attivo, per i primi trenta giorni di sperimentazione, il nuovo sistema di controllo della circolazione all’interno della zona a traffico limitato del centro città. Le videocamere posizionate nei quattro punti di accesso (sul ponte della Posta, all’incrocio fra corso Libertà superiore e piazza Teatro, in via Galilei e nei pressi di porta Passiria) rileveranno automaticamente le targhe dei veicoli inoltrando i dati al sistema che verificherà se si tratta di mezzi autorizzati. Le videocamere sono parte di una sistema completamente automatizzato che rileva la targa di ogni veicolo passato attraverso una delle quattro porte di accesso alla Ztl , verifica l’avvenuto rilascio del necessario permesso e, per i veicoli “fuorilegge”, emette direttamente la contravvenzione. «Le disposizioni in materia di circolazione all’interno delle Ztl sono rimaste invariate – ha fatto osservare il sindaco Paul Rösch – ma questo nuovo sistema digitale permette un’azione di controllo più incalzante e alleggerisce al tempo stesso la mole di lavoro degli agenti della polizia, i quali avranno ora più tempo da dedicare ad altri compiti».Per i primi trenta giorni la Polizia locale si limiterà a testare le videocamere e a calibrare il nuovo sistema e quindi il “grande occhio” non eleverà sanzioni, al contrario degli agenti che continueranno a effettuare servizio in strada anche all’interno della Ztl. La segnaletica montata sui pali di sostegno delle videocamere riporta informazioni sugli orari e sulle modalità di accesso alla zona a traffico limitato. Un apposito display indica inoltre se il sistema è in funzione o è stato disattivato: se il segnale luminoso è verde, l’accesso è consentito; se invece la luce è rossa, vi possono accedere solo le persone autorizzate.

Ztl a Merano: come richiedere il permesso

Le richieste di rilascio delle autorizzazione al transito nella Ztl dovranno essere presentate – dal lunedì al venerdì e per email all’indirizzo vbz.ztl@comune.merano.bz.it (l’indirizzo sarà attivo a breve) – almeno 48 ore prima dell’accesso. Dato che il sistema di controllo è automatizzato i conducenti non dovranno portare con sé l’autorizzazione in forma cartacea.

Ztl a Merano: Taxisti e residenti 

Nell’elenco dei veicoli autorizzati alla circolazione nelle Ztl sono stati inseriti anche i taxi e i mezzi delle persone che risiedono all’interno delle ZTL (limitatamente all’accesso più vicino alla loro residenza). Persone in possesso del contrassegno invalidi – Il rilascio di un permesso di circolazione all’interno di una Ztl può essere richiesto anche dalle persone in possesso del contrassegno invalidi. A questo scopo è necessario compilare uno specifico modulo e consegnarlo alla Polizia locale. Per consentire alle cittadine e ai cittadini disabili di essere accompagnate/i da persone diverse, per ciascun contrassegno invalidi possono essere indicate fino a due targhe. In tal caso, ovviamente, i due veicoli non possono trovarsi contemporaneamente all’interno della ZTL. Alle persone residenti a Merano viene rilasciata un’autorizzazione di transito valida fino alla data di scadenza del contrassegno invalidi. Le persone non residenti a Merano ottengono invece un permesso valido soltanto per l’arco di tempo nel quale si soffermano in città. Per motivi urgenti ed emergenze la circolazione nella ZTL potrà essere autorizzata anche a posteriori. La relativa comunicazione dovrà essere inoltrata – sempre all’indirizzo email vbz.ztl@comune.merano.bz.it  e tramite un apposito modulo – entro 48 ore dall’avvenuto accesso alla ZTL, che dovrà essere motivato e giustificato con specifica documentazione.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211