Menu

Orti urbani, ecco come la città diventa commestibile

Pubblicato il 4 ottobre 2018 in Innovazione, Territorio

ortisocial  

Coltivare e raccogliere insieme, dando vita a orti collettivi, frutteti pubblici, giardini aperti alla raccolta in aree urbane pubbliche e private: questa è l’idea che sta dietro al concetto di “città commestibile“, una visione che sta prendendo sempre più piede nelle realtà urbane dove è maggiormente sentita la necessità di condivisione e di partecipazione, ma anche dove cresce tra cittadini e amministrazioni lungimiranti la consapevolezza dell’impellenza della questione alimentare, della valorizzazione del bene comune, della tutela di biodiversità e clima. Tutti questi temi fanno da sfondo alle diverse esperienze che saranno illustrate durante il convegno di Bolzano «Orti urbani, la città commestibile» (venerdì 5 ottobre dalle 9 alle 13 in vicolo Gumer 7) che tenderà un filo ideale fra le “città commestibili” di Linz e di Cervia, passando attraverso la rete degli orti comunitari del Tirolo, toccando le iniziative di orti nate a Verona e Trento, fino ai modelli di orti sorti in Alto Adige, compreso l’attuale progetto di orti urbani di Bolzano.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211