Menu

Claudio Zago nuovo presidente dell’Ordine dei Commercialisti

Pubblicato il 5 novembre 2016 in Territorio

zago-votook  

L’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bolzano ha rinnovato il consiglio per il quadriennio 2017-2020. Il nuovo presidente è Claudio Zago, già vicepresidente, eletto assieme a dieci consiglieri.<

Il nuovo consiglio e il nuovo presidente

Alle elezioni, che si sono svolte il 3 e 4 novembre, ha partecipato un buon numero di iscritti, il più alto delle ultime tornate elettorali. I dieci consiglieri eletti sono risultati Karl Florian, Barbara Giordano, Georg Knollseisen, Nicola Moscon, Francesca Pasquali, Giuseppe Paulato, Renzo Pedevilla, Evelyn Reich, Erhard Rofner e Manuela Superina. Alla carica di Revisore Unico dell’Ordine è stato nominato Dieter Plaschke.  Il nuovo consiglio entrerà in carica il primo gennaio 2017, con un mandato che durerà quattro anni, fino a tutto il 2020.

Claudio Zago esercita la professione dal 1984 svolgendo incarichi che abbracciano la consulenza fiscale, contabile societaria ed in materia del lavoro. Oltre alla attuale carica di vicepresidente dell’Ordine di Bolzano, Zago è vicepresidente della Conferenza permanente fra gli ordini dei dottori Commercialisti delle tre Venezie e Coordinatore del Comitato Scientifico di Koinè, società che opera nell’ambito dell’attività di formazione dei colleghi delle professioni giuridico-economiche. E’ titolare dello Studio Zago in piazza Mazzini, a Bolzano che si compone di due professionisti, un consulente del lavoro e vari collaboratori.

«Le elezioni del nuovo Consiglio dell’Ordine – spiega il presidente uscente Richard Burchia, che rimarrà in carica fino a fine anno – sono state un momento di confronto per tutta la categoria. I nuovi rappresentanti eleggeranno, a fine anno, il prossimo Consiglio nazionale dell’Ordine. Si tratta di scelte importanti perché il quadriennio 2017-2020 sarà cruciale per affrontare le sfide di modernità che aspettano la nostra categoria».

Il programma del prossimo presidente 

«Si tratta di un grande onore per me aver raccolto la fiducia dei colleghi con una partecipazione molto maggiore rispetto alle precedenti tornate elettorali – spiega il neo presidente Claudio Zago -. Da parte mia assicuro il massimo impegno per coinvolgere tutti i colleghi nelle attività dell’Ordine, istituzione nella quale credo molto, sia a tutela degli iscritti che dei terzi, siano essi clienti privati, istituzioni pubbliche, espressioni della società civile». Il nuovo consiglio entrerà in carica il prossimo primo gennaio all’insegna della continuità, con quattro consiglieri riconfermati.  «Il nostro operato – assicura Zago – sarà all’insegna della continuità con le iniziative portate avanti dal consiglio uscente. Tra queste: la collaborazione con l’Università che ha appena dato vita all’accordo sui tirocini per gli esperti contabili; quella con l’Agenzia delle Entrate offrendo al nostra più ampia collaborazione per cercare di risolvere assieme a loro anche i problemi organizzativi, al fine di evitare che si possano ripetere i disagi del recente passato, ben consci della loro carenza di personale ma anche della grande abnegazione dimostrata da funzionari e dipendenti; la collaborazione costante con la Provincia testimoniata dalla partecipazione del presidente Kompatscher alla nostra ultima assemblea; a quella appena avviata con il sindaco Renzo Caramaschi all’insegna della semplificazione dei tributi locali, per tutti l’IMI». Tra i punti qualificanti del programma anche l’istituzione di una Banca del tempo: «Vogliamo dare ai colleghi che si trovino in difficoltà per motivi privati o professionali la possibilità di farsi aiutare da altri iscritti all’Ordine dal punto di vista operativo. Questa Banca verrà disciplinata da un regolamento ad hoc, che verrà emanato sin dalle prime riunioni del prossimo consiglio e che disciplinerà le modalità operative di questa forma interna di solidarietà di mutuo soccorso».

commissione-elettorale

I rapporti con Roma e la Conferenza del Triveneto

Importantissimi, per una realtà specifica come l’Alto Adige, i rapporti con l’Ordine nazionale e gli Ordini del Nordest. «La sfida – spiega Zago – è quella di portare a Roma le istanze del territorio, sempre in ottica costruttiva, avanzando quindi proposte concrete di miglioramento del sistema fiscale italiano. Siamo sicuri che le buone pratiche che nascono dal territorio vadano valorizzate e siano fondamentali per semplificare sempre più il difficile rapporto tra gli enti pubblici e il contribuente». Fondamentale, in quest’ottica, l’alleanza con i «vicini». «Voglio consolidare i rapporti con la Conferenza degli ordini Triveneto che ritengo essere un organismo fondamentale», conclude Zago.

Terremoto: la solidarietà dei commercialisti altoatesini

In occasione delle votazioni è stata attivata anche a Bolzano una raccolta fondi, promossa dall’Ordine nazionale, per le popolazioni colpite dal terremoto: i fondi raccolti in questi giorni saranno destinati ai colleghi più colpiti dalla calamità.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211