Menu

Usi e consuetudini, cambia il registro altoatesino

Pubblicato il 5 Giugno 2018 in Agenda

 

La Camera di commercio di Bolzano ha aggiornato la raccolta degli usi e delle consuetudini vigenti in Alto Adige. I comitati tecnici hanno concluso il proprio lavoro, e la commissione provinciale ha verificato la raccolta, che poi è stata approvata dalla Giunta camerale. Prima dell’entrata in vigore della nuova versione è possibile proporre eventuali correzioni fino al 16 luglio 2018. Recentemente la Giunta camerale della Camera di commercio ha approvato la nuova raccolta degli usi e delle consuetudini 2018. Diciassette comitati tecnici e una commissione provinciale, per un totale di 85 esperti, hanno rielaborato gli usi sotto la guida della Camera di commercio. La nuova raccolta è attualmente in fase di pubblicazione, come previsto dalla legge. Tutti i cittadini interessati, i Comuni, le organizzazioni e le associazioni hanno tempo alcune settimane per prendere visione degli usi e depositare eventuali correzioni o suggerimenti.

Ivo Morelato della Segreteria generale della Camera di commercio di Bolzano spiega: «Gli usi commerciali sono comportamenti generali, adottati e ripetuti dalla collettività per un lungo periodo di tempo, nella convinzione che si tratti di prescrizioni giuridiche obbligatorie». Affinché un comportamento possa diventare un uso, deve soddisfare alcune condizioni: il protrarsi nel tempo, una collettività di grandi dimensioni che agisce e la convinzione che ci si debba comportare così. Ovviamente gli usi e le consuetudini non devono violare la legge. Se uno di questi requisiti non viene soddisfatto, si è in presenza di un comportamento in qualche modo generale, ma non di uso riconosciuto per legge.

«I consumatori e le consumatrici sono abituati a comprare prodotti a peso. Ciò permette un confronto oggettivo tra prezzo e prestazione. Gli usi commerciali invece prevedono ad esempio che panini imbottiti, Würstel, Kaminwurzen, canederli e la pizza al taglio vengano venduti a pezzo. Le tanto amate patate fritte possono essere vendute a cartoccio e le caldarroste a porzione», aggiunge Morelato. Con il 16 luglio 2018 termina la fase di pubblicazione, e la nuova raccolta entrerà definitivamente in vigore, qualora non siano necessarie modifiche. La raccolta ufficiale è a disposizione gratuita sul sito internet della Camera di commercio di Bolzano.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211