Sullo Stubai l’impianto trifune più lungo delle Alpi firmato Leitner e Pininfarina

Pubblicato il 28 Ottobre 2016 in Innovazione

 

Sul ghiacciaio dello Stubai, il ghiacciaio più grande dell’Austria, è entrata in funzione la cabinovia trifune più lunga delle Alpi. Le cabine firmate “Pininfarina” e la tecnologia funiviaria Leitner ropeways di Vipiteno sono ora la grande attrazione sul ghiacciaio vicino a Innsbruck, che in questa importante opera di ammodernamento ha investito oltre 60 milioni di Euro.

La cabinovia trifune si compone di due sezioni collegate tra di esse, che consentono al viaggiatore di raggiungere dalla stazione a valle posta a 1697 metri, in fondo alla valle dello Stubai, in soli 12 minuti e rimanendo comodamente seduto in cabina, la stazione a monte a quota 2.885 metri, nel cuore del più grande ghiacciaio austriaco. Un viaggio che da pochi giorni è diventato realtà e che sin dal principio sta riscuotendo grande interesse, se si considera che sabato 22, primo giorno di apertura, oltre 7.000 persone hanno raggiunto lo Stubai. Si tratta della prima cabinovia trifune realizzata da Leitner ropeways in Austria. «Per la nostra azienda – rivela Martin Leitner, vicepresidente del Gruppo vipitenese- questo impianto assume un valore di grande prestigio. Oggi possiamo dichiararci veramente orgogliosi di quest’opera, che costituisce di fatto una nuova generazione sul fronte funiviario, sia per la sua efficienza che per la sua sostenibilità ambientale».

Realizzata in 16 mesi, la nuova cabinovia «Eisgratbahn» coniuga tecnologie innovative e premium design. Hanno fatto il loro esordio infatti sul ghiacciaio tirolese le nuove cabine «Symphony», firmate da Pininfarina. Design moderno ma anche comfort a 360 gradi, con sedili in vera pelle, ampie vetrate panoramiche, comodi accessi e Wlan in ogni cabina. Insomma un viaggio che diventa un’avventura. Inoltre sul fronte tecnologico l’impianto di Stubai costituisce la prima trifune dotata di DirectDrive, l’innovativo sistema di azionamento sviluppato dal Gruppo Leitner, che per la sua silenziosità e il suo risparmio energetico è diventato un punto di riferimento nel mondo funiviario.

«Se si considera con quale velocità si è riusciti a costruire l’impianto e al contempo anche le difficili condizioni meteorologiche che hanno accompagnato i lavori e le difficoltà logistiche di un cantiere di tali dimensioni, bisogna dichiarare senza indugi che tutti coloro che hanno contribuito a quest’opera si sono resi protagonisti di una vera e propria impresa. Per il nostro team, e non ho dubbi al riguardo, questo impianto costituisce una vera e propria pietra miliare». ha concluso Reinhard Klier, presidente della Wintersport Tirol AG & Co Stubaier Bergbahnen KG, che per dare vita a questo nuovo prestigioso progetto ha investito ben 64 milioni.Concluso dunque con successo il progetto Stubai, Leitner ropeways è già al lavoro dalla passata estate su un ulteriore opera di grande prestigio. Sul Piccolo Cervino, sul versante svizzero, è in via di realizzazione una nuova cabinovia trifune. Segni particolari: la stazione a monte a quota 3.883 è la più alta al mondo per un impianto trifune. Sarà pronta nell’autunno 2018.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211