Menu

Dai robot-camerieri ai chatbot: tutte le innovazioni dell’hôtellerie

Pubblicato il 9 Settembre 2019 in Innovazione

 

Dall’intelligenza artificiale alla robotica, passando per la sostenibilità ambientale. Sono questi alcuni degli ambiti in cui operano le startup selezionate per partecipare allo Startup Village della Fiera specializzata Hotel, che si svolgerà a Bolzano dal 14 al 17 ottobre. Giunto ormai alla sua quarta edizione, il “villaggio dell’innovazione” dedicato alle realtà operanti nel settore turistico e alberghiero, rimane un punto di riferimento per tutti i visitatori e attori del panorama locale, nazionale e internazionale. Già, perché questa edizione vede la fiera specializzata di Bolzano sempre più al centro dell’Europa, con startup che provengono, oltre che dall’Italia, anche da Germania e Olanda.

“Da anni la Fiera Hotel ospita le migliori startup del settore alberghiero e della ristorazione. Siamo orgogliosi di poter offrire ancora una volta ai nostri visitatori una panoramica completa e ancora più ampia sulla direzione che sta prendendo il mercato e i principali trend del futuro” spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano.

Un’occasione unica per loro per poter presentare i loro prodotti e servizi ed entrare a contatto con attori operanti nell’ecosistema locale e nazionale. In un mondo, quello dell’hôtellerie, in continuo mutamento, è fondamentale riuscire a stare al passo con i tempi e andare incontro a proposte innovative. Il settore del turismo è costantemente impegnato a perfezionare le sue strutture e servizi per soddisfare le esigenze del turista moderno, offrendo esperienze autentiche e una maggiore personalizzazione del viaggio, motivo per cui risulta fondamentale appoggiarsi a nuove tecnologie. Le startup selezionate concorreranno per aggiudicarsi l’“Hotel Startup Award”, un premio che si dividerà in due pitching session: nel primo caso sarà il pubblico a decretare il miglior pitch consegnando l’”Audience Award”, nel secondo sarà invece una giuria composta da stakeholder e investitori a scegliere la startup più innovativa dell’intera Fiera Hotel attraverso il “Jury Award”.

Startup Village, ecco le startup selezionate:

Ma ecco nel dettaglio tutte le startup selezionate per l’Hotel Startup Village 2019:

  • Wikifriend: Startup tedesca che applica l’intelligenza artificiale ad assistenti virtuali e servizi di smarthome. Hanno elaborato dei chatbot ad hoc per il mondo dell’hôtellerie.
  • Tactile Robots: Azienda italiana che lavora nel campo della robotica. Hanno realizzato dei robot pensati per poter svolgere il ruolo di camerieri per il servizio di room-service o di trasporto bagagli. Un modo innovativo per ridurre i costi della struttura e migliorarne l’immagine.
  • Limendo: Sono i creatori dei menù digitali. Con questa tecnologia le strutture ricettive possono tenere informati i propri clienti sui prodotti usati e interagire con essi per eventuali pagamenti ed ordini. I clienti potranno ordinare direttamente dal tavolo tramite l’uso dello smartphone.
  • Hamwells: Startup olandese che ha sviluppato dei sistemi innovativi per ridurre lo spreco di acqua ed energia. Il loro obiettivo è quello di rendere le strutture alberghiere sempre più ecosostenibili. Un esempio? La “HomeSpa” che utilizza un quantitativo di acqua predefinito.
  • EmoBike: Dalla Germania arrivano i primi Moped elettrici “Feedz”. Il loro punto di forza, oltre al design, è la qualità e la voglia di rendere più green il mondo che ci circonda. Un servizio nuovo da poter implementare all’interno della propria struttura.
  • CiaoManager: Si occupano di Smart Hospitality. Hanno sviluppato dei prodotti basati sull’intelligenza artificiale per gestire i pernottamenti in maniera più comoda e semplice.
  • Frittenlove: Startup tedesca che si rivolge a ristoratori, gestori d’albergo e compagnie di catering. Fondata dall’ex chef stellato Sascha Wolter, propone delle tipologie di fritto particolari e innovative da poter servire nelle proprie strutture.
  • Rifugio: Anche loro dalla Germania, hanno creato dei mini-rifugi in legno a misura d’uomo, ideali per rilassarsi e muniti di sedili interni dove poter trascorrere il proprio tempo. Un prodotto di design pensato per alberghi.
  • Hexagro Urban Farming: Piattaforma pensata per poter portare la natura nel proprio ambiente di lavoro. Il loro obiettivo è creare nuovi spazi stimolanti che aumentino il benessere e la produttività di chi li abita.

Hotel 2019: appuntamento al centro di una regione dedicata al turismo

In che modo possiamo migliorare l’esperienza degli ospiti del futuro? Quali tecnologie ci vengono incontro? Come si sta evolvendo il settore turistico in Alto Adige e fuori dai confini? Tante domande a cui solo la 43ma edizione della fiera specializzata Hotel può rispondere, e che avrà luogo dal 14 al 17 ottobre 2019 in Fiera a Bolzano. Hotel è da oltre 40 anni un punto d’incontro professionale atteso da parte di albergatori, ristoratori, imprenditori, associazioni e startup per potersi confrontare sulla direzione in cui si svilupperà (e si sta già sviluppando) il futuro del settore. E i numeri che vanta l’Alto Adige sono importanti: ben 10.000 le strutture ricettive, con oltre 33 milioni di pernottamenti all’anno e 27 stelle Michelin assegnate a 20 chef. L’edizione passata della fiera Hotel ha visto la presenza di 22.000 visitatori e ben 600 espositori, numeri in costante aumento. Il tutto a dimostrazione dell’importanza che il comparto alberghiero ha all’interno dell’economia sia altoatesina che nazionale.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211