Rinnovabili, a Ponti 2016 focus su come rendere più efficienti gli impianti

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Migliorare l’efficienza degli impianti che producono energia rinnovabile e, allo stesso tempo, creare delle opportunità per le imprese altoatesine mettendole a confronto con aziende tedesche dello stesso settore. Ed è questo l’obiettivo principale di Ponti, il meeting promosso da IDM Südtirol-Alto Adige a Merano i prossimi 17 e 18 ottobre (qui per info e iscrizione). Un meeting che giunge così alla terza edizione forte dei risultati dei primi due anni, il 2014 e il 2015, con già 150 aziende, provenienti da Italia e Germania, messe a confronto. Contaminazione di idee, confronto di risultati in un settore, quello dell’efficienza energetica, dove è fondamentale saper anticipare il futuro, sviluppando costantemente soluzioni e tecnologie sempre più all’avanguardia.

Energia rinnovabile, un mercato in crescita ma sempre meno europeo

Come racconta il portale Vertical Innovation, l‘energia rinnovabile è un mercato in crescita che sta però cambiando baricentro. Se nel 2015 gli investimenti nel settore hanno toccato i 290 miliardi di euro, si è dimezzata la quota europea: da 40 a 21%. E ora è l’Asia a fare la parte del leone. Diventa quindi ancor più necessario recuperare il terreno perduto per riportare l’Europa al centro del mercato. La parola chiave è efficienza: il Vecchio Continente è arrivato in molti casi prima degli altri. Un vantaggio competitivo che col tempo, però, ha cambiato segno: impianti più datati, quindi meno efficienti e con costi di manutenzione più elevati. Su questo argomento si innesta il programma di Ponti: l’introduzione (ore 14 del 17 ottobre) è affidata a Enrico Biele, parte proprio dalla possibilità di rendere più efficienti gli impianti già esistenti e prosegue con un focus più generale sul futuro, e le nuove occasioni, del settore. Il giorno dopo sguardo sui nuovi business model emergenti nel settore. Ne parleranno Davide Chiaroni (Energy&Strategy Group), di Robert Denda di Enel e Giuseppe Dasti di Mediocredito. A seguire verranno presentate le opportunità in Alto Adige con l’intervento di Stefano Dal Savio (IDM), Dieter Theiner (Istituto per le innovazioni tecnologiche) e Stefano Nardo di Agenzia CasaClima.

Ti potrebbe interessare