Le opportunità della decrescita, convegno il 10 novembre

Pubblicato il 7 Novembre 2016 in Agenda

decrescita  

“Smantellamento e resilienza. Desideri e realtà di luoghi in decrescita” è il titolo del convegno che si terrà il 10 novembre all’Eurac Research. Crescita e decrescita possono convivere in un’unica regione: poco lontano da località in forte espansione che attirano persone e investimenti spesso si trovano centri caratterizzati da spopolamento, invecchiamento e stagnazione. Le destinazioni sciistiche situate a bassa quota devono inoltre considerare come i cambiamenti climatici stiano mettendo sempre più a rischio la garanzia di neve e quindi la base per il loro turismo invernale. La decrescita non è sempre negativa. Se pensata e organizzata in modo strategico, può tradursi in un nuovo futuro.

«Se da una parte la nostra società affronta senza timore le sfide della crescita, come la costruzione di nuove infrastrutture e spazi abitativi, dall’altra tende a chiudere gli occhi di fronte alle sfide di una possibile decrescita – spiega l’esperta di sviluppo regionale Elisa Innerhofer –. Smantellare qualcosa viene percepito come un passo indietro, quindi è un tabu». Ma la prospettiva cambia se il passo verso la riduzione si traduce in un confronto costruttivo con la tematica e si concretizza in una strategia: in questo caso la decrescita può rappresentare una chance per dare a una destinazione un orientamento nuovo e più sostenibile.

Lo mostrano i casi di diverse località in Austria, Germania e Svizzera che saranno raccontati e discussi nel corso del convegno. Gli esperti affronteranno la tematica considerando aspetti diversi: come affrontare il problema delle abitazioni e delle strutture inutilizzate in paesi caratterizzati da decrescita? Quali nuove idee possono aiutare le località montane senza prospettive di sviluppo? Come utilizzare spazi abbandonati per iniziative artistiche e culturali? Quali misure innovative possono contribuire al futuro di regioni rurali senza strutture organizzate? A chiusura del convegno il focus si sposterà sull’Alto Adige: gli esperti discuteranno del ruolo che la decrescita e lo smantellamento di strutture potrebbero avere in Alto Adige per valorizzare la resilienza del territorio e il suo orientamento al futuro.

Il programma del convegno sulla decrescita

Il convegno si svolge in lingua tedesca. La partecipazione è gratuita ed è richiesta l’iscrizione (tourism-events @ eurac.edu – 0471 055433).

09:00, Saluti, Roland Psenner – EURAC Research, Bolzano

09:15, Introduzione alla tematica, Elisa Innerhofer e Harald Pechlaner – EURAC Research, Bolzano

09:30, Rivitalizzazione di paesi in decrescita – Innovazioni in regioni rurali strutturalmente deboli, Tobias Federwisch – Leibniz-Institut per la Ricerca Sociale applicata al territorio (IRS), Erkner

10:00, Decrescita come sfida per le zone rurali. I paesi hanno un futuro?, Anne Ritzinger – Area Mansioni Centrali dell’Amministrazione Bavarese per lo Sviluppo Rurale, materia G3 Rinnovo dei Villaggi e Sviluppo Rurale Integrato, Monaco

10:30, COWO Tirol – Modelli urbani nelle aree rurali. La base per uno sviluppo innovativo?, Harald Gohm – Agenzia per la promozione del territorio Tirolo, Innsbruck

11:00 Pausa caffè

11:20, Il futuro nel parco della biosfera Grosses Walsertal – esempi di soluzioni per lo sviluppo sostenibile, Christine Klenovec – Manager Biosphärenpark Großes Walstertal, Sonntag

11:50, La riqualificazione di un paese – strategie per gestire la struttura edilizia dei paesi in decrescita: il caso di Aidhausen, Sebastian Büchs – Campo Gestione Territorio Pianificazione Nazionale e Regionale, Governo dell’Unterfranken

12:10, Arte-Cultura-Kyllburg – nessuna paura della decrescita grazie alla gestione creativa di luoghi vacanti, Wolfgang Krämer –Sindaco, Kyllburg

12:40, Pausa con spuntino di pranzo

13:30, Regioni svizzere di montagna senza prospettive di crescita – nuove idee e vecchi tabù, Daniel Müller-Jentsch – Senior Fellow Avenir Suisse, Zurigo

14:00, Discussione di chiusura “Attraverso la decrescita verso la resilienza?”, Modera Thomas Streifeneder – EURAC Research, Bolzano, Patrik Ausserer – Senale – San Felice, Virna Bussadori – Ufficio Pianificazione Territoriale – Provincia Autonoma di Bolzano, Heinrich Dorfer – Sport & Wellness Resort Quellenhof, S. Martino, Helmut Sartori – Associazione Esercenti Funiviari dell’Alto Adige, Bolzano, Andreas Schatzer – Consorzio dei Comuni, Bolzano

15:00, Fine della conferenza



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211