Concessione A22, Gentiloni rassicura

Pubblicato il 5 Ottobre 2017 in Infrastrutture

 

Positivo incontro a Roma tra Arno Kompatscher e Ugo Rossi per il rinnovo della  concessione autostradale di A22: il premier Paolo Gentiloni ha garantito l’appoggio del governo per portare a conclusione il progetto che prevede il rinnovo ad una società a capitale interamente pubblico con la Regione Trentino-Alto Adige come socio principale affiancata da enti locali (Provincia di Bolzanoe Trento su tutti) e Camere di Commercio. «Si tratta di una soluzione che porta vantaggi a tutti – spiegano i presidenti delle due province – in primo luogo ai cittadini che vivono lungo l’asse del Brennero. La soluzione in-house, infatti, garantisce il finanziamento di una serie di opere fondamentali: dalle tratte d’accesso al BBT alle barriere antirumore, sino alla circonvallazione di Bolzano, in quanto tutti i dividendi verranno investiti sul territorio. Siamo convinti che le resistenze emerse nell’ultimo periodo siano superabili, e che la partita della concessione dell’autostrada del Brennero possa chiudersi in tempi ragionevoli, anche perché l’accordo c’è già». Nel gennaio 2016 era arrivato il via libera ad un’intesa con Roma secondo la quale Autobrennero (a capitale interamente pubblico) verserà allo Stato 1,4 miliardi di euro in 30 anni come canone di concessione. «Il premier Gentiloni – aggiunge Kompatscher – ha assicurato che onorerà gli impegni presi dal governo». All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti Svp Alfreider e Zeller.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211