Alto Adige, la “green region” d’Italia si presenta a Monaco di Baviera

Pubblicato il 24 Agosto 2016 in Innovazione, Territorio

 

L’Alto Adige è la “Green Region” d’Italia: qui le aziende che si occupano di sostenibilità trovano un concentrato di competenza, un network efficiente e il contesto ideale per le loro attività. Questo è il messaggio che IDM Alto Adige non si stanca di portare alle aziende e agli esponenti del mondo economico in Italia e nei Paesi di lingua tedesca. Assieme a partner come l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano o il Munich Network, l’azienda speciale per l’economia della Provincia e della Camera di commercio li informa costantemente sulle tecnologie e sulle innovazioni “verdi” in Alto Adige. Sono diverse le iniziative in tal senso, come il “lunch briefing” sulle nuove nicchie per le energie rinnovabili che si è svolto recentemente a Monaco di Baviera.

«L’Alto Adige è un territorio che può vantare molti punti di forza, che lo rendono una regione modello per l’economia verde ne accrescono l’attrattività per investimenti e collaborazioni nelle attività green. Tra questi ci sono gli exploit nel settore della sostenibilità e della tutela ambientale, così come le innovazioni tecnologiche riguardanti le energie rinnovabili e l’efficienza energetica. Inoltre le aziende possono fare affidamento sulle competenze di rinomati enti di ricerca e sull’efficiente rete di contatti di IDM. Partendo da questi presupposti è naturale promuovere l’Alto Adige come Green Region», afferma Petra Seppi, responsabile dell’area Investment Consulting & Promotion di IDM. Il compito del suo team è quello di promuovere l’Alto Adige come territorio d’innovazione per le aziende. Così IDM si rivolge ad aziende tecnologiche le cui prestazioni completano la catena produttiva altoatesina apportando un valore aggiunto e che sono interessate a collaborazioni o a investimenti in ricerca e sviluppo.

Per fare tutto questo si utilizzano diversi canali: uno di essi è il partenariato con l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, nato tre anni fa. Questo gruppo è leader in Italia per la ricerca sullo sviluppo delle aziende che operano nel settore delle energie rinnovabili. I suoi report annuali su temi strategici fanno il punto della situazione sulle nuove conoscenze e sugli ultimi sviluppi del settore e indicano la strada da intraprendere nel settore. «IDM è partner per i due importanti report “Energie rinnovabili” ed “Efficienza energetica”, per questo per ciascun tema ci riuniamo in gruppi di lavoro con player del settore e riceviamo informazioni di prima mano sui mercati. Inoltre in occasione delle presentazioni finali dei report illustriamo i settori di forza dell’Alto Adige e dei progetti concreti in entrambi i settori e ci preoccupiamo della visibilità della Green Region Alto Adige», spiega Stefano Dal Savio, coordinatore dell’ecosistema Energia & Ambiente di IDM. Durante le presentazioni a inizio estate più di 1000 partecipanti, compresi i distributori di energia e le aziende del settore più importanti, hanno seguito i dibattiti tra gli esperti sul palco a cui ha preso parte anche Dal Savio.

Ad aziende tecnologiche tedesche era invece rivolto il “Lunch Briefings” sul tema “Nuove nicchie per le energie rinnovabili” che si è recentemente svolto a Monaco di Baviera. IDM ha organizzato l’evento assieme al suo partner Munich Network, che raggruppa le aziende tecnologiche nella regione di Monaco di Baviera. 40 imprenditori hanno appreso quali chance e possibilità ci sono nel settore e che cosa può offrire l’Alto Adige agli interessati. Anche Davide Chiaroni, il vicedirettore dell’Energy & Strategy Group, ha partecipato al dibattito presentando il “Renewable Energy Report 2016”, il report 2016 sulle energie rinnovabili. Gli imprenditori Klaus Kress di Monaco di Baviera e Marianna Benetti di Vicenza, hanno raccontato la loro esperienza come fondatori della bolzanina Veil Energy, un’azienda che offre soluzioni energetiche innovative. Sono intervenuti anche Petra Seppi e il suo collega Gerd Huber dell’ecosistema Energia & Ambiente, che hanno presentato l’Alto Adige come regione italiana modello per le tecnologie ambientali ed energetiche e come il territorio ideale per collaborazioni e insediamenti d’imprese innovative.

Il tema del prossimo “Lunch Briefings” che si svolgerà il 5 ottobre sempre in collaborazione con il Munich Network, sarà “Smart Mobility”. L’“efficienza nella produzione di energia verde” sarà invece al centro di un altro evento IDM per promuovere l’Alto Adige come territorio per l’economia sostenibile: il 17 e il 18 ottobre si svolgerà a Merano PONTI 2016, una piattaforma dedicata al Business-Development e alle collaborazioni per aziende del settore “Efficiency in Green Energy Production” provenienti da Germania, Austria, Alto Adige e dal resto d’Italia.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211