Brugger (Eurac) nuovo presidente dell’International Society for Mountain Medicine

Pubblicato il 11 Agosto 2016 in Agenda, Innovazione

 

Hermann Brugger a capo della principale organizzazione internazionale di medicina di montagna. L’esperto di medicina d’emergenza dell’Eurac è il nuovo presidente dell’International Society for Mountain Medicine. Fondata da oltre 30 anni con lo scopo di far avanzare la ricerca nella medicina d’alta quota e di montagna, l’International Society for Mountain Medicine (ISMM) è oggi la più importante organizzazione del settore e raccoglie associazioni di tutte le nazionalità. Come presidente, Hermann Brugger lavorerà per migliorare la metodologia nella medicina d’alta quota e per sostenere i giovani ricercatori che si distinguono per l’eccellenza. Oltre all’onore del nuovo incarico, il ricercatore dell’Eurax ha anche ricevuto un importante riconoscimento: la Wilderness Medical Society, l’associazione di esperti più importante al mondo per la pratica medica in ambienti remoti e difficilmente raggiungibili, ha conferito a Brugger l’Auerbach Award per il lavoro scientifico svolto durante la sua carriera. 

Brugger, i suoi studi all’Eurac

Nel suo lavoro di ricerca all’Istituto per la medicina d’emergenza in montagna dell’Eurac, Hermann Brugger ha conseguito importanti risultati sul trattamento di pazienti in ipotermia e vittime di valanghe. Scoperte che hanno portato alla parziale modifica di alcune delle linee guida internazionali per il soccorso alpino. In vista del suo incarico di quattro anni al vertice dell’ISMM, il ricercatore dell’Eurac si è prefisso il compito di stabilire per la medicina d’alta quota delle metodologie standard, riconosciute da tutti. «È importante dare omogeneità ai criteri utilizzati così da garantire che tutti gli studi condotti – sia in laboratorio che in ambiente naturale – siano confrontabili tra loro. Solo così sarà possibile realizzare, con risultati significativi, studi d’insieme che raccolgano i dati di singole ricerche», spiega Hermann Brugger.

Brugger premiato con l’Auerbach Award

Per sostenere il lavoro di giovani ricercatori, Brugger intende invece stanziare ogni due anni una borsa di ricerca dell’ISMM e un premio per i lavori scientifici più meritori. L’Auerbach Award, riconoscimento che è stato conferito all’esperto dell’Eurac in occasione del 7. Congresso Internazionale per la medicina d’alta quota e la “wilderness medicine” a Telluride in Colorado, prende il nome da Paul Auerbach, medico americano e professore di Stanford, tra i fondatori della Wilderness Medical Society.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211