Menu

Naturno, Ciardes, Senales: duemila soci per la nuova Raiffeisen Bassa Venosta

Pubblicato il 12 gennaio 2018 in Territorio

raiffeisenbis  

Duemila soci, 10 mila clienti, bilancio da 350 milioni di euro. Questi i numeri della nuova cassa Raiffeisen della Bassa Venosta, operativa da inizio gennaio, nata dalla fusione delle filiali di Naturno, Ciardes e Senales. Lo scorso maggio, i soci delle tre Casse Raiffeisen hanno approvato all’unanimità la fusione che, con l’avvio dell’anno nuovo, si è tecnicamente concretizzata in modo impeccabile. Sin dal primo giorno lavorativo del 2018, soci e clienti hanno potuto usufruire dei servizi bancari come di consueto, brindando con i collaboratori per celebrare la riuscita dell’unione in occasione di un aperitivo. “In banca e tra i clienti si respira aria da primo giorno di scuola”, afferma Manfred Leimgruber, direttore della nuova Cassa Raiffeisen Bassa Venosta, ribadendo la valenza del nuovo motto “insieme. più forti”.

Una solida banca cooperativa
Nel 2016, i consigli di amministrazione delle tre Casse avevano gettato le basi per la fusione, avviando un’intensa fase di preparazione che ha coinvolto quasi 50 collaboratori. “Sin dall’inizio, è stata posta in primo piano la creazione di un’entità unitaria e collettiva, valorizzando i punti di forza”, ribadiscono all’unisono i presidenti delle ex Casse Raiffeisen Gottfried Vigl (Naturno), Karl Johann Bernhart (Ciardes) e Michael Grüner (Senales).
Le tre Casse Raiffeisen operano con successo da decenni nelle rispettive aree di riferimento, vantando una buona situazione economica e finanziaria. La fusione, appena conclusasi con successo, non è stata dettata né da esigenze finanziarie, né da un’impellente necessità, ma ha piuttosto coinciso con una scelta lungimirante operata dai consigli di amministrazione e dai collegi sindacali, al fine di garantire un proficuo futuro per la Bassa Venosta con la creazione di un solido partner finanziario.
Con un totale di bilancio di circa 350 milioni di euro, una massa intermediata di 570 milioni di euro e un patrimonio netto di quasi 70 milioni di euro, la nuova Cassa Raiffeisen Bassa Venosta, che conta poco meno di 2.000 soci e 10.000 clienti, sarà una delle 15 Casse Raiffeisen più grandi tra le 41 dell’Alto Adige. In veste di banca cooperativa, continuerà a contribuire a uno sviluppo economico e sociale sostenibile nel proprio bacino d’utenza.

raiffeisenbis Cassa Raiffeisen

Professionalità in primo piano

Quale leader di mercato nella Bassa Venosta, la nuova Cassa Raiffeisen intende proporsi come una banca moderna orientata al cliente e come partner finanziario professionale per privati e aziende. “La fusione schiude le porte a nuovi sviluppi e a una maggior specializzazione in diversi ambiti finanziari, con l’intento di elaborare soluzioni plasmate sulle necessità di soci e clienti”, afferma il vicedirettore della neonata Cassa Raiffeisen Herbert Alber. Inoltre, vengono a crearsi i presupposti per continuare a incrementare la professionalità nelle aree mercato e interna, nonché la redditività della banca.

Una forte presenza sul territorio

La fusione garantisce il futuro delle Casse Raiffeisen locali e con esse la vicinanza e il legame con soci e clienti, che possono continuare a effettuare le loro operazioni bancarie nei consueti orari di apertura, come accadeva precedentemente presso le cinque filiali di Naturno, Ciardes, Castelbello, Certosa e Madonna. A Plaus, Monte Santa Caterina e Maso Corto sono disponibili sportelli automatici aggiuntivi. “Contemporaneamente, intendiamo potenziare i canali digitali per servizi e prodotti”, afferma Leimgruber.

Nuova dirigenza

«La preparazione alla fusione ha fatto confluire dirigenti e collaboratori, rafforzando gli iter operativi professionali», ricorda il direttore Manfred Leimgruber, che nella nuova banca sarà anche responsabile dell’area mercato. L’ex direttore della Cassa Raiffeisen di Ciardes, Herbert Alber, si occuperà dell’area interna nelle vesti di vicedirettore, mentre l’ex direttore della Cassa Raiffeisen di Senales, Franz Oberhofer, continuerà a curare l’area mercato di Senales e il potenziamento del servizio e della consulenza ai clienti. Il responsabile aziende Martin Raffeiner prenderà in carico il coordinamento dei consulenti di aziende e privati.

In occasione della prima assemblea generale della Cassa Raiffeisen Bassa Venosta (26 gennaio), verranno eletti il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale. Successivamente sarà la volta del presidente.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211