Menu

Cooperazione, due milioni di euro dall’Alto Adige. Metà progetti in Africa

Pubblicato il 12 luglio 2018 in Territorio

cooperazione  

Due milioni di euro per 53 progetti in 27 Paesi del mondo: è questo l’importo dei progetti di cooperazione allo sviluppo approvato dall’Ufficio Affari di gabinetto e finanziati per il 2018 dalla Provincia di Bolzano. Con l’approvazione della graduatoria e la firma della convenzione le associazioni ottengono un anticipo sul finanziamento, avviando così le attività. Oggi (12 luglio) a Palazzo Widmann è toccato alle associazioni Irma Aiuta Tanzania di Appiano e Pro Nepal di Merano sottoscrivere la convenzione. La prima associazione sostiene la realizzazione di un Centro di salute a Kileguru, la qseconda quella di un acquedotto a Sanga a 30 chilometri da Kathmandu. Sul totale dei 10 progetti finanziati in Asia, la metà (5) sono destinati al Nepal. «I progetti sono di entità relativamente piccola, dall’impatto però significativo sulle realtà locali. Anche interventi singoli, come la costruzione di scuole o di sistemi per l’approvvigionamento dell’acqua sono in grado di aiutare un elevato numero di persone», sottolinea il presidente della Provincia Arno Kompatscher. «Le proposte progettuali vengono accolte solo se coinvolgono uno o più partner locali che realizzano gli interventi stessi e se questi si inseriscono in un piano complessivo di sviluppo locale», spiega Judith Notdurfter, direttrice dell’Ufficio Affari di gabinetto della Provincia.

I progetti nel mondo

Oltre la metà dei progetti, per un totale di 27, è destinata a Paesi dell’Africa con iniziative che riguardano ad esempio la realizzazione di scuole da parte dell’associazione Circle di Merano (un nuovo istutito tecnico professionale nel villaggio di Moshono in Tanzania, la ristrutturazione delle scuole primaria e secondaria per sordomuti di Luanda nel Kenya occidentale), la realizzazione di un progetto a sostegno del personale sanitario della Clinica San Marco nella regione Guraghe in Etiopia da parte dell’Associazione dei Medici dell’Alto Adige per il mondo Onlus, o quella di otto magazzini per la conservazione e produzione di alimenti per il bestiame e di un impianto idrico per fornire acqua potabile in Burkina-Faso (realizzati dal Gruppo Missionario Amici del Burkina-Faso di Bressanone). Anche in America latina i 10 progetti finanziati riguardano ad esempio iniziative per lo sviluppo di nuove fonti di reddito nelle comunità di Sacaba in Bolivia (con l’organizzazione oew), interventi a sostegno dell’economia locale come quelli portati avanti dai partner di CTM Altromercato nella provincia di Valdivia in Cile per il sostegno alla produzione di miele da parte dei gruppi indigeni associati ad Apicoop o quello per la produzione di zucchero integrale di canna per le comunità afroamericane del dipartimento di Causa in Colombia. Quattro i progetti destinati al Medio Oriente (Territori Palestinesi, Libano e Iraq) e due all’Europa dell’Est (Bosnia e Erzegovina e Romania) nei settori dello sviluppo economico e agricolo e in quello della tutela delle minoranze. Complessivamente la somma stanzata dalla Provincia per progetti di solidarietà per il 2018 ammonta a 2.090.574 euro.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211