Zuegg, Marconi e Chiesa: sistemazione per le scuole professionali

Pubblicato il 25 Marzo 2019 in Territorio

alternanza scuola-lavoro  

A Merano sono in corso una serie di interventi edilizi che interessano la sistemazione di scuole professionali provinciali in lingua italiana e in lingua tedesca. Si tratta delle scuole Zuegg, Marconi-Lévinas, Kaiserhof, Marie Curie, e Ritz. L’assessore provinciale all’edilizia pubblica Massimo Bessone durante un sopralluogo  si è potuto fare un quadro d’insieme della situazione. «Dobbiamo investire ora nella sistemazione delle scuole italiane e tedesche per dare risposta all’affollamento e alla crescente richiesta di formazione, degna del livello di eccellenza della formazione professionale e della scuola altoatesina in generale», ha affermato l’assessore Bessone. Se tutto procede da programma e in presenza dei finanziamenti necessari, con l’ultimazione della scuola professionale tedesca “Zuegg”, la costruzione del polo scolastico professionale in lingua italiana “Marconi – Lévinas” e il risanamento del convitto “Damiano Chiesa” a Bolzano sarà possibile completare il piano di sistemazione delle scuole professionali provinciali, con la cessione al Comune di Merano dell’edificio ex-Böhler. Questo piano dovrebbe così poter essere portato a completamento nell’autunno 2024.

La situazione degli interventi

È in corso la ristrutturazione per l’ampliamento della scuola professionale per il commercio, artigianato e industria in lingua tedesca Zuegg. I reltivi lavori saranno completati nel 2020. Il progetto prevede la realizzazione di classi per il trasferimento di 80 studenti, laboratori e locali per l’amministrazione. È pronto, invece, per l’appalto il progetto per la costruzione della nuova sede del polo scolastico professionale in lingua italiana Marconi (industria, artigianato, commercio) – Lévinas (professioni sociali). L’inizio dei lavori dipenderà dalla disponibilità dei finanziamenti, il costo totale ammonta a 25.759.000 euro. Per la nuova palestra della scuola alberghiera in lingua tedesca Kaiserhof, appena costruita, si potrà a breve stipulare il contratto per la fornitura delle attrezzature. Quando saranno disponibili i fondi, si potrà, invece, mettere in gara la progettazione del restauro delle facciate e dei serramenti dell’Istituto tecnico per il turismo e le biotecnologie Marie Curie. La Ripartizione manutenzione opere edili curerà nel frattempo i piccoli interventi necessari.

La Provincia intende in futuro cedere al Comune di Merano l’edificio ex-Böhler che attualmente è destinato a sede provvisoria di una parte della scuola professionale alberghiera in lingua italiana Ritz. Il complesso richiederebbe ulteriori investimenti nei piani superiori per trasferirvi l’intera scuola durante la fase di ristrutturazione del polo scolastico in via Karl Wolf. «L’ottimizzazione delle risorse finanziare è ora più che mai importante – ha posto in evidenza l’assessore Massimo Bessone – infatti intendiamo approfondire la possibilità alternativa di utilizzare il convitto Damiano Chiesa a Bolzano per le necessità della scuola alberghiera Ritz, già durante la fase di ristrutturazione, evitando così di investire ulteriori risorse finanziare nell’edificio ex-Böhler». Grazie alla collaborazione e alle proposte della dirigenza del polo scolastico, con l’aiuto dell’Ufficio provinciale manutenzione opere edili è stato possibile definire, inoltre, alcuni interventi minori di ottimizzazione degli spazi.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211