Menu

Seminario e consulenze private: tutti i segreti del copyright

Pubblicato il 21 novembre 2017 in Innovazione

ws explora  

«Un tempo solo esperti specializzati si occupavano di questioni di copyright, oggi tutti gli operatori nel settore culturale sentono l’esigenza di conoscerne almeno i principi base» — spiega l’avvocato esperto di diritto d’autore e della comunicazione Simone Aliprandi. Il 24 e 25 novembre 2017 al Museion di Bolzano Aliprandi svilupperà il tema «copyright e licenze Creative Commons» nell’ambito di Ws explora 6, il ciclo di workshop dedicato alla community di giovani professionisti della cultura e della creatività in Alto Adige. Non solo terrà una lezione aperta — e a ingresso gratuito — sul tema ma sarà anche a disposizione per delle sessioni di consulenza con gli addetti al settore culturale altoatesino. Infatti, dopo i workshop dei mesi scorsi rivolti in modo particolare all’acquisizione di competenze e nuove skills al di fuori dei classici percorsi universitari (storytelling e fundraising), WS explora 6 propone — attraverso il portfolio review con esperti di fotografia e arte contemporanea, illustrazione, graphic design, copyright e moda — un’opportunità unica per mettere alla prova il proprio lavoro e talento.

«Con il digitale il tema del copyright ci tocca da vicino»

Ma le questioni legate al copyright non riguardano solo musicisti, registi o scrittori: «Con la nascita del digitale il tema dei diritti d’autore tocca da vicino una molteplicità di professionisti, da chi lavora nei media o organizza eventi fino a chi cura siti istituzionali— spiega l’esperto che da circa 10 anni è attivo come consulente in materia di diritti d’autore, con particolare focus sulle licenze «open», cioè le tipologie di licenze con cui gli autori permettono ad altri di usare, copiare, modificare, ampliare e diffondere la propria opera —. Ma anche da informatici e sviluppatori mi arrivano tantissime richieste di consulenza. Alla fine sono proprio loro i “nuovi” creativi. Chiunque voglia creare una piattaforma web o un software, dovrà farsi qualche domanda sui propri diritti d’autore e su come gestire l’utilizzo o la diffusione di opere di terzi». «Uno dei dubbi più diffusi legati al copyright è senz’altro l’utilizzo di immagini e video sul web, sia sui social media e su blog online,  che sulle pagine web di realtà istituzionali — spiega Aliprandi che tra l’altro fa parte di «Array», un team di professionisti specializzati nel diritto del settore ICT —. Le conseguenze per chi infrange i diritti d’autore possono essere delicate, dalla richiesta di rimozione di contenuti al risarcimento dei danni».

Le basi del copyright: a lezione con Simone Aliprandi

Quali sono le tipologie di opere tutelate, come si può acquisire il diritto d’autore per il proprio lavoro creativo? Il 24 e 25 novembre Simone Aliprandi metterà a disposizione dei giovani addetti alla cultura dell’Alto Adige il proprio know-how in materia di copyright attraverso un seminario aperto e attraverso sessioni di consulenza private: «Il mio obiettivo è quello di trasmettere ai partecipanti di Ws explora i principi e nozioni base del diritto d’autore e delle licenze Creative Commons con un linguaggio accessibile e divulgativo adatto anche a chi non ha conoscenze preliminari nell’ambito» sottolinea l’avvocato che tra le altra cose ha conseguito un dottorato di ricerca in Società dell’informazione e che ha pubblicato diverse monografie sul tema del copyright e delle licenze open.

Ws explora, portfolio review con esperti

La lezione con Simone Aliprandi — aperta e a ingresso gratuito — si terrà il 24 novembre, alle ore 19, al Museion di Bolzano (piano 1). Il 25 novembre 2017, invece, i creativi e gli operatori culturali del territorio altoatesino avranno la possibilità di «sottoporre» i propri lavori e progetti ai migliori esperti di fotografia, arte contemporanea, illustrazione, graphic design, copyright e moda, selezionati da tutta Italia. Le sessioni di consultazione si svolgeranno dalla 10 alle 18 nella Museion Passage. La consulenza su «Copyright e Creative Commons»con Aliprandi, invece, sarà disponibile dalle ore 10 alle ore 13. La quota di partecipazione per il portfolio review e per la consulenza copyright (30 minuti a sessione) è di 50€30€ per gli iscritti WS wall, community di professionisti altoatesini nel campo della creatività e della cultura di Weigh Station. Il progetto Weigh Station è nato nel 2014 dalla collaborazione delle cooperative culturali «Leitmotiv» e «Cooperativa 19» e dell’associazione «foto-forum». Dal 2016, tramite l’Ufficio Servizio giovani, il Dipartimento Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano sostiene la nuova edizione del progetto, «WS extended».

Per l’iscrizione a WS explora 6 è possibile consultare il sito http://weighstation.eu/workshops/ws-explora-6-creativity-arena/.

Johanna Roellecke

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211