Menu

Cgia: crescita a +0,9% in Trentino Alto Adige

Pubblicato il 4 novembre 2015 in Imprese

euro-870756_1920  

Pil in crescita dello 0,9% nel 2015 e dell’1,1% nel 2016 in Trentino Alto Adige. Sono le stime, e le previsioni, presentate oggi dalla Cgia di Mestre nel suo nuovo studio «Veneto e Nordest: rincorsa alla ripresa». L’ufficio studi dell’associazione degli artigiani ha calcolato- rielaborando dati Prometeia e Istat – una stima di crescita del Pil per il 2015, in Trentino Alto Adige, che si attesta al +0,9%, e che supererebbe così di un soffio la media italiana, stimata a +0,8%. Per il 2016 le previsioni prefigurano un accrescimento dell’1,1% della ricchezza prodotta nelle due Province autonome. Previsione che, in questo caso, sarebbe invece leggermente al di sotto del dato nazionale che raggiungerebbe un +1,2%. Lo scorso anno il Trentino Alto Adige ha avuto una crescita del +0,3% del Pil

Schermata 2015-11-04 alle 15.46.55

C’è da dire che, a compensazione del minor dinamismo rispetto ad altre regioni del nordest, la recessione nella regione alpina è arrivata in qualche misura attutita: dal 2007 al 2014 la flessione del Pil è stata dell’1%, contro il calo del 10% registrato in Veneto, dell’11,8% in Friuli-Venezia Giulia e del 9% nel complesso nazionale. Bene anche le stime per la ripresa degli investimenti in Trentino Alto Adige, dato che nel 2014 era ancora in territorio negativo, con un -3%. Per l’anno in corso si stima un incremento del +1,8% e le previsioni per l’anno prossimo sono ancora più positive, +3,5%, dato che supererebbe, se confermato, anche la performance del Veneto.

Schermata 2015-11-04 alle 15.47.16

Infine la Cgia di Mestre ha prodotto un focus sulle esportazioni. Qui le stime sono di un vero boom per l’Alto Adige, che già nel 2014 ha visto le vendite all’estero salire del +3,4%. Il consuntivo 2015, sempre ristretto alla provincia di Bolzano, si preannuncia quasi raddoppiato, con un incremento del +7,2%. Le stime per il 2016 prevedono un rallentamento ma sempre con segno positivo, a +1,8%.

Schermata 2015-11-04 alle 15.47.23

La disoccupazione si conferma molto bassa, ma la Cgia la prevede in aumento, e i numeri pre-crisi (come il 2007 quando il tasso era al 2,6%) sono ancora lontani. La stima per il 2015 è di un tasso di disoccupazione del 4,8% nella provincia di Bolzano, maggiore di quattro frazioni percentuali rispetto al 2014 quando si era attestata al 4,4%. Nel 2016 la previsione è del 4,3% di disoccupati nella provincia di Bolzano. A Trento il tasso di disoccupazione e al 5,8% per l’anno prossimo è dato al 6,5%.

Schermata 2015-11-04 alle 16.29.08

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211