Nuovo ospedale, 20 posti di terapia intensiva: è corsa per aprire

Pubblicato il 23 Marzo 2020 in Territorio

 

È una corsa contro il tempo quella per aprire il prima possibile la nuova struttura ospedaliera accanto al San Maurizio. Al suo interno ci saranno tre sezioni riservate dedicate ai pazienti Covid-19, e potrà ospitare 20 pazienti in terapia intensiva. Parallelamente a ciò, 25 casi meno gravi verranno trasferiti a Villa Melitta. Inoltre anche alla clinica Bonvicini, entro il 30 maro, saranno a disposizione 30 letti.

L’Azienda Sanitaria sa che quella che è appena iniziata è la settimana decisiva per capire l’andamento del virus: ci si aspetta infatti un’impennata dei pazienti in terapia intensiva per poi andare incontro ad un calo. «È ancora presto per vedere un’inversione di tendenza. Bisogna aspettare ancora qualche giorno, poi si dovrebbero registrare i primi effetti delle misure adottate per cercare di frenare l’avanzata del virus. Intanto però, in previsione di un ulteriore incremento di pazienti acuti, ci prepariamo ad aprire tre sezioni all’interno del nuovo ospedale e a trasferire i primi pazienti meno gravi alla Casa di cura Melitta», ha spiegato Pierpaolo Bertoli, direttore sanitario dell’Asl.

 

 



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211