Menu

#viaggiaresmart, ecco le linee guida per ottenere i contributi

Pubblicato il 11 Luglio 2017 in Opportunità, Territorio

Tour ciclistico delle Alpi Euregio  

La Giunta provinciale, su proposta dell’assessore Florian Mussner, ha approvato le linee guida per l’assegnazione di contributi per la promozione della mobilità sostenibile. «Contributi a privati e aziende pubbliche fanno parte del pacchetto di iniziative #viaggiaresmart, per la cui attuazione collaborano gli assessorati economia, energia e ambiente, e mobilità, sempre con l’obiettivo di fare dell’Alto Adige una regione modello per la mobilità sostenibile», ha spiegato il presidente Arno Kompatscher durante la conferenza stampa post-giunta.

Il sostegno della Provincia sarà accordato a studi, indagini, ricerche, eventi, incontri, campagne di sensibilizzazione e corsi di formazione ed anche a progetti di gestione della mobilità comunale, aziendale e scolastica. Verranno anche sostenute iniziative che promuovono la mobilità di tutti i giorni con la bicicletta e a piedi o la pubblicazione di materiali sulla mobilità sostenibile che abbiano rilevanza didattica e sociale, nonché la realizzazione di software specifici. «Per rendere la mobilità sostenibile è importante eliminare il traffico non necessario attraverso una pianificazione adeguata, aumentare il numero di mezzi a basso impatto ambientale e migliorare la fluidità del traffico che non può essere spostato o evitato. Il sostegno della Provincia seguirà questi tre livelli di priorità», aggiunge l’assessore alla mobilità Florian Mussner.

Possono richiedere un sostegno privati, Comuni, comunità comprensoriali, associazioni di Comuni, consorzi di bonifica, enti di assistenza e case di cura, uffici mobilità, associazioni turistiche. Nei prossimi anni i termini per la presentazione delle domande scadranno il 31 marzo e il 31 luglio. Per l’anno in corso le domande vanno inviate, invece, entro il 31 agosto all’Ufficio Ferrovie e trasporto aereo attraverso l’indirizzo di posta certificata transport.trasporti@pec.prov.bz.it .

Le domande saranno valutate da una commissione composta da esperti della ripartizione mobilità e del settore Green mobility della società in house Strutture trasporto Alto Adige (Sta). Le proposte riceveranno un punteggio e per ottenere un contributo bisognerà totalizzare almeno 30 punti. I punteggi più alti vengono assegnati per iniziative che puntano alla riduzione del traffico (60 punti), seguite da quelle per il passaggio a mezzi sostenibili (50) e per la fluidificazione del traffico (30 punti). Ulteriori punti vengono assegnati per il grado di innovazione della proposta (al massimo 10 punti), la copertura territoriale e il coinvolgimento di vari soggetti (10 punti), così come le sinergie con altri progetti (5 punti), gli interventi per la rimozione di barriere architettoniche. L’importo erogato dipenderà dal punteggio ricevuto. Per punteggi tra 70 e 100 si può ricevere un contributo del 75%, da 60 a 69 punti del 60%, da 50 a 59 punti del 50%, da 40 a 49 punti del 40%, e da 30 a 39 punti del 30%. I soggetti che fanno domanda devono presentare una lista dei costi sostenuti, una relazione e devono dare una panoramica delle risorse proprie. Per merci per le quali è stato accordato un finanziamento non può essere modificato lo scopo d’uso nei successivi tre anni. Le stesse, inoltre, non possono essere vendute, noleggiate o prestate durante lo stesso periodo. Maggiori informazioni saranno presenti a breve nel sito della ripartizione mobilità.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211