Menu

Junde!, la prima grammatica ladina multilingue per le elementari

Pubblicato il 22 ottobre 2018 in Culture

Edith Ploner_Ruth Videsott_Gerda Winkler_Paul Videsott_Veronica Rubatscher  

Insegnare la grammatica in quattro lingue: questo quel che si propone di fare la prima didattica ladina per l’insegnamento elementare nata da una collaborazione di tre anni tra Unibz e l’Intendenza scolastica ladina. «Forza, andiamo», traduzione di «Junde!», è il titolo dato al prodotto di questa collaborazione, che è al tempo stesso la prima grammatica ladina pubblicata e il progetto editoriale più ampio portato avanti dalla casa editrice universitaria bu,press. Composta da 12 volumi – per ora disponibile solo in ladino badiota, ma dalla metà del prossimo anno verrà commercializzata anche l’edizione in ladino gardenese, con il titolo “Jonde!” – è stata presentata il 22 ottobre nella biblioteca del campus Unibz.

L’evento ha visto dialogare assieme la ricercatrice Unibz Ruth Videsott e Veronica Rubatscher dell’Intendenza scolastica ladina (le autrici), il preside della Facoltà di Scienze della Formazione Paul Videsott – il quale assieme a Rico Cathomas ha garantito la qualità didattica e linguistica dei libri di testo -, la responsabile della biblioteca universitaria Gerda Winkler, la prorettrice alla didattica Stefania Baroncelli e l’Intendente scolastica ladina Edith Ploner.

«L’università è un partner importante per l’Intendenza scolastica ladina nella quale, dalla scuola materna in poi, perseguiamo un approccio integrato al multilinguismo – ha dichiarato Ploner – e i dodici volumi di “Junde!” sono la migliore prova di quanto fruttuosa sia la collaborazione tra le due istituzioni». «Questa pubblicazione è un ottimo esempio del valore aggiunto che l’università può apportare al territorio – ha concordato Paul Videsott -. Oltre alla ricerca e alla documentazione della lingua e della cultura ladina, la didattica multilingue è uno dei punti focali di questo dipartimento».

«Il risultato è una grammatica viva, facilmente utilizzabile, che contiene diversi suggerimenti didattici e facilita le lezioni di ladino, per le quali sono previste solo due ore alla settimana» ha concluso l’intendente scolastica ladina.

Il frutto della collaborazione è quindi una collana che comprende una grammatica e un testo per le coniugazioni, nonché un volume di esercizi e un manuale didattico per ciascuno dei cinque livelli della scuola primaria, caratterizzata dalla didattica linguistica integrata applicata. Questo significa che in tutti i volumi – grazie anche ad un uso sapiente dei colori e di grafiche a misura di bambino e bambina, ad opera degli illustratori di marameolab, un collettivo di laureati della Facoltà di Design e Art di unibz – il ladino, pur rimanendo il metalinguaggio, è accostato sempre al tedesco, all’italiano e all’inglese. «In ogni volume – hanno dichiarato infatti Ruth Videsott e Veronica Rubatscher – abbiamo tentato di promuovere le quattro abilità di scrittura, lettura, conversazione, ascolto e riflessione linguistica e «Junde!» potrebbe anche servire come materiale per imparare il ladino come L2». «Finora non esisteva un libro di grammatica con suggerimenti didattici per le lezioni nella scuola ladina», hanno dichiarato le autrici, ma ora questa lacuna è stata colmata.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211