Croce Rossa, non si fermano le attività di Restoring Family Links

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Ogni anno migliaia di famiglie vengono separate a causa di conflitti armati, situazioni di violenza, disastri, migrazioni o altre circostanze che richiedono una risposta umanitaria. La Croce Rossa Italiana e le altre società Nazionali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, insieme al Comitato Internazionale della Croce Rossa, operano in tutto il mondo per rintracciare i familiari e ristabilire il legame con i loro cari. Questo impegno si traduce nella ricerca dei congiunti scomparsi, nel ristabilimento e mantenimento dei loro contatti, nel supporto alla riunificazione e nel tentativo di chiarire la sorte dei dispersi, anche attraverso attività volte a facilitare l’identificazione dei corpi senza nome.

Con l’emergenza Covid-19 in corso, queste situazioni sono ancora più drammatiche a causa delle ulteriori difficoltà nei contatti tra le persone e degli isolamenti necessari per ridurre il rischio di contagio. Ciò nonostante, la Croce Rossa non ha sospeso le proprie attività, ma ha al contrario aumentato l’impegno ed il supporto alla comunità colpita dalla pandemia.

CRI per le persone: si vuole ricordare all’intera popolazione, alle persone migranti, ai familiari che hanno difficoltà a stabilire un contatto con i propri congiunti o a coloro che non hanno più notizie dei propri cari, che possono rivolgersi alla Croce Rossa Italiana telefonando al numero verde 800-065510, attivo h24. Gli operatori che rispondono alla chiamata forniranno supporto, informazioni e servizi a chiunque ne abbia bisogno.

Piattaforma Virtual Volunteer: il sito web https://virtualvolunteer.org della Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, contiene informazioni aggiornate e tradotte in diverse lingue sui servizi di assistenza alle persone migranti. Al momento, i contenuti della piattaforma sono dedicati all’emergenza Covid-19.

Messaggi di Croce Rossa: nel caso di difficoltà con le normali comunicazioni telefoniche, vi è la possibilità di scrivere direttamente ai propri familiari, utilizzando un apposito modulo, il cosiddetto Messaggio di Croce Rossa. Il messaggio viene raccolto da operatori specializzati e recapitato in tutto il mondo attraverso la rete internazionale della Croce Rossa.

Attività di ricerca: le misure imposte dall’emergenza Covid-19 hanno inevitabilmente rallentato l’attività di ricerca delle persone disperse a seguito di conflitti, disastri o migrazioni. Tuttavia, il servizio non si è fermato, ma continua adottando le precazioni necessarie. Nel caso vi siano necessità per il rintraccio di congiunti dei quali non si hanno più notizie, si invita a rivolgersi sempre al numero verde 800-065510.

Infine si ricordano alcuni consigli riguardanti le persone ricoverate negli ospedali o nelle case di riposo: è importante ricordarsi, al momento del ricovero, di portare con sé oltre al telefono cellulare anche il caricabatterie. Inoltre, la persona ricoverata dovrebbe annotarsi ed avere a portata di mano il numero di telefono dei propri familiari, in modo da poterli chiamare quando possibile. Per tale scopo, la Croce Rossa ha predisposto dei cartellini in formato biglietti da visita, che si possono trovare sulle ambulanze ed in pronto soccorso. Come ultima cosa, quando si manda la biancheria di ricambio al proprio congiunto ricoverato, si può fare un bel gesto mettendo nel sacchetto anche una breve lettera di saluto; servirà come segno di affetto per sentirsi più vicini.

Ti potrebbe interessare