Menu

Confartigianato: «Troppi sondaggi dell’Astat»

Pubblicato il 25 agosto 2017 in Imprese

sondaggi  

Le ditte altoatesine stanno combattendo ormai da tempo contro una burocrazia in costante crescita. Anche i sondaggi dell’ASTAT hanno contribuito sino ad ora a riempire le caselle della posta e quelle di posta elettronica. In un recente incontro con l’ASTAT, i vertici di lvh.apa hanno chiesto di ridurre al minimo i sondaggi rivolti alle aziende: «Le nostre ditte vengono attualmente sommerse da un gran numero di sondaggi – ha affermato il Direttore di lvh.apa Thomas Pardeller -. Compilarli non è solo una questione di tempo, ma anche di denaro».

Dal canto suo, il Direttore dell’ASTAT Timon Gärtner ha chiarito la volontà di raccogliere direttamente il maggior numero di dati possibile, a patto che questi ultimi siano già depositati presso altri uffici o organismi. In questo modo si potrebbero evitare sondaggi doppi. Lo stesso Gärtner ha ricordato che nel caso dei sondaggi ad essere determinante è la dimensione del settore: un’impresa appartenente ad un settore di dimensioni più ridotte, verrà quasi certamente sottoposta a dei sondaggi con una frequenza maggiore rispetto ad una inserita in un comparto più grande. Le ditte vengono in ogni caso scelte sempre in base ad un principio casuale.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211