Menu

TEDx Bolzano: scienziati e fotografi, ecco i primi nomi

Pubblicato il 24 aprile 2019 in Innovazione

38464617406_2e3e8863fa_o  

Dal vicepresidente delle vendite di Adidas Italia, creatore della prima rete di negozi lifestyle del marchio nel Paese, al ricercatore che ha contribuito alla scoperta del bosone di Higgs. Dalla caporedattrice della rivista Witness Journal, primo mensile di fotogiornalismo in Italia, all’esperto di analisi politica multidisciplinare. In tutto in tre lingue, con speech in italiano, tedesco e inglese: perché TEDx Bolzano si conferma – anche nel 2019 – unico TEDx trilingue in Italia. Appuntamento sabato 18 maggio (Meeting & Eventi Center-Fiera Bolzano, 15.30) per la conferenza no-profit organizzata da un team di giovani volontari altoatesini che anche quest’anno, nel foyer del MEC, oltre agli speech ospiterà l’Innovation Playground, una sorta di villaggio del futuro in cui diversi espositori presenteranno i loro prodotti e servizi. «Crediamo vivamente in questo progetto, che porta in Alto Adige una ventata d’innovazione e di aria fresca – spiega Claudia Di Stefano, main organizer della manifestazione –. TEDx Bolzano vuole coinvolgere tutti gli appassionati e non, di qualsiasi lingua, per creare un dibattito e confronto sano».

I primi nomi

Il primo nome svelato è quello di Simone Santini, da quattro anni Vice President Sales di Adidas Italia, responsabile del progetto «Franchising monobrand» con il quale ha dato vita alla prima rete di negozi sportive e lifestyle a marchio Adidas in Italia. Santini gestisce inoltre tutti i canali di vendita del gruppo e un team di oltre 150 persone. Il secondo nome è invece quello di Gabriele Campostella, ricercatore in fisica delle particelle elementari, ora data scientist nel gruppo Volkswagen a Monaco di Baviera. Gabriele – originario di Bassano – ha attraversato il mondo accademico partendo da una laurea in Fisica Teorica a Padova e un dottorato di ricerca a Trento per poi lavorare presso istituti quali il Max Planck Institute per la Fisica di Monaco, il Fermilab di Chicago e il Cern di Ginevra, dove ha partecipato all’esperimento Atlas, che ha contribuito alla scoperta del Bosone di Higgs nel 2012. Dal 2015 opera nel Data:Lab di Volkswagen dove si occupa di analisi di big data, machine learning e applicazioni innovative di intelligenza artificiale legate al mondo dell’automotive.

Il terzo ospite è invece Matilde Castagna, fotografa freelance e attuale caporedattrice della rivista Witness Journal, primo mensile di fotogiornalismo online in Italia. Originaria di Lecco, ha studiato in Italia e negli Stati Uniti. A Milano ha frequentato l’Istituto Italiano di Fotografia e si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi di specializzazione in semiotica della fotografia di reportage. Ultimo, dei primi quattro ospiti annunciati, è Roland Benedikter, esperto di analisi politica multidisciplinare, è codirettore del Center for Advanced Studies di Eurac Research e professore presso il centro Willy Brandt Center dell’Università di Wroclaw/Breslau. Originario di Brunico, Roland Benedikter ha sviluppato la sua professione di sociologo e politologo presso importanti istituzioni quali il centro Orfalea per gli studi globali e internazionali dell’Università di Santa Barbara in California e il centro Europa del Freeman Spogli Institute for International Studies a Stanford.

Il tema di quest’anno

Il tema per il 2019 è «Break Free». «Una tematica, questa, che vuole permettere ai partecipanti, ed agli speaker, di poter uscire dagli schemi, sentirsi liberi incontrando ospiti con cultura, lingua e pensiero differente, raccontando storie e avventure che hanno come matrice comune la ricerca di una propria dimensione, anche attraverso un momento di rottura, di liberazione – afferma Ilaria Marcolini, responsabile delle speaker relations di TEDxBolzano -. In poche parole vogliamo promuovere la ricerca di una nuova forma di innovazione, di una maggior consapevolezza, di nuovi orizzonti e di nuovi stimoli»

L’ «Innovation Playground» e l’acquisto biglietti

Durante la giornata del 18 maggio si potrà entrare a contatto con il mondo dell’innovazione a 360°. Oltre agli speech dei diversi ospiti sul palco infatti, nel foyer del MEC verrà allestito l’«Innovation Playground», una sorta di villaggio dell’innovazione in cui diversi espositori presenteranno i loro prodotti e servizi. Sarà presente una cabina targata Brennercom con occhiali per la realtà aumentata, un esoscheletro creato per gli anziani come sostegno alla deambulazione creato da alcuni ricercatori Inibz, due Instabot che scatteranno foto e gireranno in autonomia tra il pubblico e una installazione dell’azienda Amigdala con uno schermo regolato da intelligenza artificiale che capta il profilo emotivo ed etá delle persone e riproduce musica di conseguenza. Ci sarà inoltre la possibilità di testare diverse versioni dei monopattini elettrici della startup GBoard. La prevendita dei biglietti è disponibile sul sito ufficiale dell’evento (https://www.tedxbolzano.it/it/tickets/), in cui si potranno scegliere tre tipologie diverse: standard, studente e gold.

Il manifesto, gli sponsor e il team

 Sul nuovo sito ufficiale dell’evento, tedxbolzano.it, è disponibile il poster ufficiale di «Break Free». Si tratta di un’illustrazione creata da Alessandro Cripsta, grafico milanese che ha collaborato anche con Wired Italia e Fontana Milano 1915. Fra gli sponsor Studio Hug, agenzia che ha interamente ricreato il sito ufficiale dell’evento, Four Points Sheraton, Fiera Bolzano, Röchling, AE Webdesign, Unibz e Flixbus. Rinnovato anche il team, rafforzatosi per questa nuova edizione, e che vanta 14 volontari, tutti professionisti e studenti altoatesini a cavallo dei 30 anni, spinti dalla curiosità e dalla voglia di mettersi in gioco per promuovere idee che vale la pena diffondere. «Ognuno di noi ha una storia diversa – racconta Claudia Di Stefano – fatta anche di significative esperienze all’estero e provenienze molto varie: ma tutti noi, sia che siamo altoatesini che risiedono all’estero o nuovi altoatesini adottati da questa terra, tutti vogliamo contribuire alla crescita del territorio attraverso la circolazione di idee». È proprio questa la missione di TED: nata oltre trent’anni fa in California, TED (acronimo di Technology, Entertainment, Design) è una conferenza che vuole riunire e diffondere idee innovative. A livello locale questo format è portato avanti da TEDx, dove la “X”, vero e proprio segno di riconoscimento, vuole significare “evento organizzato in modo indipendente”.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211