Menu

Aeroporto, Sad e imprenditori interessati alle quote della Provincia

Pubblicato il 16 novembre 2018 in Infrastrutture

aeroporto_quater  

Le polemiche legate alla decisione definitiva, adottata martedì 13 novembre dalla Giunta provinciale, di vendere le quote di ABD, la società che gestisce l’aeroporto di Bolzano, vengono definite «prive di senso» dall’assessore alla mobilità, Florian Mussner. «Sembra che tutti cadano dalle nuvole – spiega Mussner – quando in realtà si tratta dei passi chiaramente annunciati già prima del referendum del giugno 2016, e resisi necessari dopo l’esito della consultazione». Mussner si riferisce alle polemiche nate dopo le voci che vorrebbero più imprenditori interessati all’acquisto delle quote, anche vista la possibilità di allungare la pista. Anche Sad ha fatto trapelare l’interesse per le quote: specificando, però, che la cifra di 3,8 milioni di euro appare ancora troppo alta, fuori mercato. I Verdi, in particolare, contestano la possibilità di allungamento della pista e la tempistica della messa in vendita, con la nuova maggioranza ancora da fissare.

L’assessore provinciale prosegue sottolineando che «le stesse persone che poco più di 2 anni fa continuavano a ripetere che non si sarebbero trovati imprenditori interessati ad investire sull’aeroporto di Bolzano, ora cercano di diffondere voci allarmistiche. Non è ancora sicuro se vi sarà l’ingresso o meno di un privato, l’unica cosa sicura è che le quote di ABD dovevano essere messe in vendita con tutti gli obblighi e i diritti ad esse collegate. Tra di essi, alla luce della sentenza del giugno 2015 del Consiglio di Stato, vi è senza ombra di dubbio anche il rispetto del Masterplan approvato da ENAC nel 2012, e che prevede l’adeguamento della pista di decollo e atterraggio».

Aggiungendo che «dal 2012 le condizioni di operatività non sono cambiate», Florian Mussner conclude ribadendo che «chi adesso parla di sorpresa imprevedibile o cerca delle scuse per giustificare l’impossibilità di mantenere ciò che aveva promesso, oppure ha sempre affrontato questa tematica in maniera troppo superficiale».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211