Menu

«Ripensare i fascismi», convegno internazionale all’Unibz

Pubblicato il 12 novembre 2018 in Agenda

fascismo  

Un convegno internazionale alla Libera Università di Bolzano vedrà confrontarsi alcuni degli storici più quotati specialisti di fascismo e nazionalsocialismo attorno ai nuovi approcci storiografici sui fascismi, ma anche sul modo in cui nei diversi paesi ci si è confrontati con il patrimonio architettonico e simbolico delle dittature e su quanto sia legittimo parlare oggi di rischio di un ritorno del fascismo. La SISCALT, Società Italiana per la Storia Contemporanea dell’Area di Lingua Tedesca, rappresenta il punto di raccordo di tutti gli studiosi che in Italia si occupano di storia contemporanea dell’area germanofona e un interlocutore privilegiato con le istituzioni scientifiche e i ricercatori tedeschi in ambito storico. Quest’anno terrà il suo congresso annuale a Bolzano dal 22 al 24 novembre 2018, organizzato in collaborazione con il Centro di competenza Storia regionale della Libera Università di Bolzano e con il sostegno della Provincia autonoma di Bolzano e del Comune di Bolzano. Il titolo del convegno internazionale è “Ripensare i fascismi” e vedrà la partecipazione di una schiera di storici italiani, tedeschi e britannici davvero di alto livello.

Il programma del convegno, che inizierà nel pomeriggio di giovedì 22 novembre, è molto intenso e particolarmente interessante. I lavori si apriranno con i saluti istituzionali della Libera Università di Bolzano, della Provincia autonoma di Bolzano e del Comune di Bolzano, per poi passare alla lectio introduttiva di Wolfgang Schieder, esperto di fama internazionale nel campo degli studi sul fascismo. A seguire si terrà la prima sezione, che prevede una serie di riflessioni sui nuovi approcci di ricerca nazionali e transnazionali della storia del fascismo e del nazionalsocialismo.

Venerdì mattina la seconda sezione affronterà lo spinoso tema dei “fascismi di pietra”, mostrando come in Italia, Germania e Austria si siano avviati percorsi di contestualizzazione storica e musealizzazione di luoghi-simbolo o di particolare importanza della dittatura fascista e nazionalsocialista. A tale proposito è prevista anche una visita al percorso espositivo del Monumento alla Vittoria. Nel pomeriggio seguirà una tavola rotonda in cui si dibatterà sul tema scottante della memoria di fascismo e nazionalsocialismo tra interventi normativi, discussioni storiografiche e dibattiti pubblici.

Sabato mattina avrà luogo la terza sessione dal titolo “Fascismi oggi”, in cui si analizzeranno i caratteri delle nuove destre in Europa, confrontandosi sulla legittimità di utilizzare la categoria di fascismo nella loro analisi. Il convegno si concluderà con la presentazione e discussione di progetti di ricerca in corso sulle tematiche del convegno condotti da giovani ricercatori.

Il convegno è aperto a tutti gli interessati e prevede la traduzione simultanea tedesco/italiano e viceversa.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211