Menu

Rimorchi, 4.300 revisioni in scadenza entro fine anno

Pubblicato il 21 agosto 2018 in Agenda

revisionerimorchio  

A partire dal mese di maggio del 2018, è scattato l’obbligo di sottoporre a revisione periodica i rimorchi con massa complessiva fino a 3,5 tonnellate. Le revisioni sono da effettuare dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, e successivamente ogni 2 anni, esclusivamente presso il Centro revisioni veicoli provinciale di via Sigismund Schwarz 40, a Bolzano Sud. «Ogni utente della strada – spiega l’assessore Florian Mussner – è responsabile per esso e per gli altri: dobbiamo garantire la massima sicurezza per prevenire gli incidenti«. Il nuovo regolamento, per il Centro revisioni veicoli, significa un ulteriore e notevole carico di lavoro, e il coordinatore Markus Kolhaupt sottolinea che «entro quest’anno sono in scadenza le revisioni di 4.300 rimorchi con prima immatricolazione entro l’anno 2000. Chi ha la necessità di circolare con i rimorchi in questione è invitato a prenotarsi tempestivamente».

Per riuscire ad eseguire questo numero aggiuntivo di revisioni entro la scadenza di fine 2018, sino ad ulteriori disposizioni non potranno essere più svolte le revisioni di veicoli a motore (e non rimorchi, ndr) con massa complessiva fino a 3,5 tonnellate. «Tali revisioni, a differenza di quelle dei rimorchi, possono essere svolte dalle 102 officine autorizzate dislocate sul territorio provinciale», precisa Kolhaupt. Le revisioni di rimorchi vengono svolte di lunedì ed il costo è di 45 euro al netto di eventuali costi per la prenotazione presso le agenzie automobilistiche. Le prenotazioni possono essere effettuati presso gli sportelli della Ripartizione mobilità nella stazione a valle della funivia del Renon, direttamente al Centro revisioni veicoli oppure presso le agenzie automobilistiche presenti in Alto Adige.

L’obbligo di revisione per i rimorchi con massa complessiva fino 3,5 tonnellate entrerà in vigore a scaglioni. Entro fine 2018 sono in scadenza i rimorchi con prima immatricolazione antecedente al 31 dicembre 2000, ad esclusione di quelli sottoposti a revisione o a collaudo secondo l’articolo 75 del codice della strada (ad esempio per importazione dall’estero) nel corso del biennio 2016-2017. Già nel prossimo anno scadono le revisioni delle generazioni di rimorchi più recenti, la massa complessiva è indicata al punto F.2 della carta di circolazione, e viene consigliato di presentare il rimorchio privo di carico per consentire la verifica dei pesi. Durante la revisione vengono controllati sia lo stato generale che la corrispondenza del rimorchio alle caratteristiche indicate nei documenti. Deve essere verificato il numero di telaio punzonato, si consiglia di localizzarlo prima di presentare il veicolo per accelerare il lavoro.

Il coordinatore del Centro revisione veicoli sottolinea che «per la sicurezza stradale deve essere accertata l’integrità delle parti portanti, la funzionalità dell’impianto frenante e l’omologazione e la sicurezza dei pneumatici montati previsti dalla carta di circolazione. Inoltre viene verificato la corrispondenza alle norme e la funzionalità dell’impianto di illuminazione e segnalazione visiva e la regolare esposizione delle targhe d’immatricolazione». Secondo Markus Kolhaupt è consigliabile far controllare il rimorchio da parte di un’officina specializzata prima di portarlo a revisione ministeriale, «in questo modo possono essere riparati i difetti evidenti per evitare contestazioni a seguito della revisione».

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211