Menu

Materne tedesche, corsi di lingua per i genitori italiani

Pubblicato il 14 aprile 2018 in Culture, Territorio

993849__no-name_  

Materne tedesche, nessun muro verso gli italiani ma maggiori strumenti di integrazione e un minor numero di alunni per classe. Philipp Achammer presenta il suo piano dopo le polemiche scoppiate nei mesi scorsi per l’idea di «schedatura» e filtro nei confronti delle famiglie italiane.  Anche perché i numeri sono chiari: gli iscritti alle materne tedesche crescono. Attualmente sono 12.314, ma l’Intendenza stima che a settembre saranno almeno 12.400. Le novità in vista sono state presentate dall’assessore  nel corso della presentazione del bilancio del primo anno di iscrizioni centralizzate a Bolzano, una misura attuata per fare in modo che, alla luce della presenza di numerosi bambini di madrelingua italiana e con background migratorio, siano formate delle sezioni non sbilanciate. «La libertà di scelta – ha osservato Achammer – è garantita, non abbiamo mai pensato di escludere nessuno né di dare diritti di precedenza. Al centro per noi ci sono i bambini, vogliamo solo creare le condizioni perché i bambini si sviluppino al meglio e perché gli insegnanti possano lavorare bene». Nel capoluogo  è stato ridotto il numero di bambini per sezione, passato da 25 a 22 unitá.

Durante i colloqui di iscrizione, ha riferito l’assessore, circa due terzi dei genitori non di madrelingua tedesca si sono detti disponibili a frequentare corsi di lingua tedesca per sostenere l’apprendimento linguistico dei loro figli. Pare proprio questo il punto principale del nuovo approccio: bambini italiani nelle scuole tedesche sì, ma anche i genitori ne approfittino per imparare la lingua. Da parte sua la nuova intendente Gudrun Falkensteiner ha sottolineato che «le scuole dell’infanzia devono reagire con flessibilità ai cambiamenti sociali, per fare sì che le scuole siano un luogo positivo per i bambini».

993760__no-name_

Rimane sostanzialmente invariato il numero di insegnanti in servizio, che passerà dalle attuali 1.367 unità alle 1.363 del prossimo anno, come per le scuole materne di lingua italiana, però, nel 2018/2019 sarà introdotta una importante novità: la Ripartizione personale, per le supplenze brevi fino a 5 giorni, metterà a disposizione 37 supplenti permanenti in più (24 nelle scuole tedesche e 3 in quelle ladine). Nelle 267 scuole dell’infanzia di lingua tedesca ci saranno complessivamente 574 sezioni, una in più dell’anno scorso.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211