Menu

Londra, arriva il «people mover» di Doppelmayr all’aeroporto

Pubblicato il 18 aprile 2018 in Innovazione

Doppelmayr_Spatenstich_LutonDART_April2018  

Un importante progetto di espansione dell’aeroporto londinese di Luton prevede la creazione di un nuovo sistema di collegamento. In futuro i passeggeri in viaggio per Luton dalla stazione ferroviaria di Londra St. Pancras International, invece di prendere un bus navetta, potranno percorrere l’ultima parte del loro viaggio nel nuovo people mover automatizzato Cable Liner Doppelmayr. Di conseguenza il viaggio dal centro di Londra all’aeroporto internazionale richiederà solo 30 minuti. Oltre a costruire il Cable Liner, Doppelmayr Cable Car gestirà l’infrastruttura per i primi cinque anni. La cerimonia di posa della prima pietra si è svolta il 17 aprile 2018. L’entrata in servizio pubblico del Cable Liner, che coprirà un percorso di circa due chilometri di lunghezza, è prevista per il 2021. La meccanica dell’impianto verrà prodotta a Lana (BZ), negli stabilimenti italiani del gruppo.

L’aeroporto Luton di Londra si trova a circa 50 chilometri a nord della capitale del Regno Unito. Al fine di rendere il trasferimento significativamente più veloce per i passeggeri, offrendo loro un comfort eccellente durante il viaggio, Londra Luton Airport Limited ha deciso di investire in un nuovo sistema di trasporto pubblico tra la stazione ferroviaria di Luton Airport Parkway e l’aeroporto. Il sistema Direct Air to Rail Transit (DART) sarà un automatizzato per il trasporto di persone della Doppelmayr Cable Car. Il people mover a fune Luton DART sarà lungo circa due chilometri ed effettuerà una corsa ogni quattro minuti, nelle ore di punta.

Doppelmayr Cable Car Car sarà inoltre responsabile per la gestione dell’impianto per i primi cinque anni, con la possibilità di prorogare l’accordo di altri cinque anni. La cerimonia di posa della prima pietra si è svolta il 17 aprile 2018. Il Cable Liner Shuttle di Doppelmayr Cable Car ha convinto il cliente per la sua capacità, affidabilità ed efficienza energetica. L’assessore Andy Malcolm, presidente di London Luton Airport Limited, ha dichiarato: «Questo investimento incoraggerà e trasformerà l’esperienza di chi viaggia in treno verso l’aeroporto, contribuendo così a ridurre la congestione sulle strade, e conferma la nostra fiducia nel potenziale di crescita economica e occupazionale di Luton». Il gruppo Doppelmayr ha un gran numero di progetti di riferimento simili a questo. Nel Regno Unito, Luton è ora il secondo aeroporto che ha riposto la sua fiducia nella competenza del leader del mercato globale. L’Air Rail Link di Birmingham è operativo dal 2003.

In quest’ultimo progetto, Doppelmayr Cable Car dedicherà particolare attenzione alla creazione di valore per il territorio. Il partenariato con le scuole e gli istituti superiori di Luton sarà particolarmente importante durante la fase di costruzione; nei lavori saranno coinvolte imprese locali e giovani. I lavori di montaggio dovrebbero iniziare nel 2019 ed il sistema sarà aperto al servizio pubblico nel 2021. Il ruolo dello stabilimento di Lana nella commessa Come per quasi tutti gli impianti di questo tipo realizzati nel mondo, anche in questa commessa la sede italiana di Lana rivestirà un ruolo di primaria importanza. Proprio qui infatti verranno progettati e realizzati completamente i due argani motori e le due unità di rinvio, da montare nelle stazioni terminali. Grazie a questi elementi tecnici sarà possibile muovere i due anelli di fune che traineranno i due convogli. Lo stabilimento in provincia di Bolzano occupa 95 dipendenti e collabora attivamente con le altre sedi mondiali nello sviluppo di soluzioni tecniche e nella produzione di elementi per impianti speciali a livello mondiale.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211