Menu

Da Islanda e Germania le due startup vincitrici a Prowinter

Pubblicato il 13 aprile 2018 in Innovazione

Prowinter-2018-foto-Marco-Parisi--_APA6232-Modifica  

Due startup, una islandese e l’altra tedesca, che si occupano di sicurezza e soccorsi in montagna. Sono le due vincitrici della startup competiton con la quale si è conclusa Prowinter, la fiera B2B dedicata al business degli sport invernali. A Fiera Bolzano sono stati tre giorni di incontri e di manifestazioni ma soprattutto di festa, una festa con un’unica, grande, protagonista: la neve. L’abbondanza di precipitazioni ha permesso a tutti gli addetti ai lavori di vivere un inverno intenso e stimolante che ci ha lasciato con un sorriso. Quest’atmosfera positiva si è toccata con mano tra i 240 espositori e 6000 visitatori, anche grazie alla partecipazione di ospiti eccezionali come la medaglia d’argento norvegese Henrik Kristoffersen e tutti i campioni FISI.  Prowinter è il tradizionale appuntamento di fine stagione per gli atleti, i noleggi, negozianti, maestri di sci e tutti gli operatori del settore neve.

«In un’atmosfera positiva, grazie al buon andamento della stagione invernale, siamo stati in grado insieme ai nostri partner di dare nuovi impulsi al settore degli sport invernali grazie a format nuovi come lo Ski Rental Summit o affermati come lo Startup Village, giunto alla terza edizione. Continueremo a concentrarci per promuovere il dialogo tra tutti gli operatori del mercato al fine di creare insieme nuove potenzialità di crescita», spiega Thomas Mur, direttore della Fiera di Bolzano. Dopo una lunga stagione nel segno dei giochi olimpici di Pyeongchang, la “famiglia” degli sport invernali si è ritrovata a Fiera Bolzano. Il Prowinter Forum ha ospitato i FISI Award con i migliori atleti italiani e la premiazione dell’Energiapura Children Series con i campioni del futuro. Anche i nuovi maestri di sci e snowboard hanno ricevuto il loro diploma dalle mani del Presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher. Il convegno tra gli esercenti funiviari dell’Alto Adige e del Tirolo ha richiamato numerosi impiantisti a Prowinter.

Prowinter-2018-foto-Marco-Parisi--_APA5043

Insieme verso un noleggio responsabile

Da sempre, Prowinter è l’unica manifestazione in Italia che accompagna ed analizza lo sviluppo del noleggio. Tra gli incontri che si sono tenuti a Fiera Bolzano un grande riscontro è stato registrato per il primo Ski Rental Summit by Prowinter Lab che ha analizzato in modo capillare la situazione del noleggio sul territorio italiano aprendo un interessante dibattito sul presente e sul futuro della realtà del rental. Prowinter Lab calcola attualmente 851 rental sul territorio nazionale, 196 (23%) dei quali in Alto Adige. Oltre ottanta ospiti, esponenti delle aziende produttrici di attrezzatura sportiva, noleggiatori, negozianti e addetti ai lavori, hanno partecipato alla “tavola rotonda” che ha affrontato i temi della sicurezza, della qualità e della formazione. Dal confronto è emersa la necessità di creare un sistema condiviso fra tutti i protagonisti coinvolti per garantire un’esperienza sicura e positiva all’utente finale.

Nuove tecnologie che segneranno il futuro degli sport di montagna

Per la terza volta, Prowinter ha dato spazio all’innovazione con un proprio Startup Village, promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Ecosystem Sports & Alpine Safety di IDM Alto Adige, Brennercom e Plank. Startup selezionate da tutta Europa hanno potuto illustrare le proprie idee innovative a una platea di esperti che ha valutato il valore dei singoli progetti. La vincitrice della prima giornata è stata Hallas. La startup islandese offre barelle appositamente progettate per l’uso in circostanze “scomode”, come sui pendii montani: sono leggere e possono essere piegate in modo che si adattino meglio agli impieghi in quota. Ad aggiudicarsi la seconda sessione di pitches è stata la tedesca Bluebird Mountain con l’innovativo PowderBuddy: un prodotto progettato pensando alla sicurezza in caso di valanghe per sciatori, snowboarder e chiunque si muova in aree a rischio di valanghe. PowderBuddy è un drone ripiegabile che si fissa su un tubo montato allo zaino. In una situazione pericolosa il drone viene sparato fuori dal suo tubo, si apre e tiene traccia del segnalatore di valanghe dell’utente sopra la massa di neve. Le due startup vincitrici ricevono in premio uno stand preallestito in occasione dell’edizione 2019 di Prowinter.

La prossima edizione di Prowinter è in programma dal 9 all’11 aprile 2019 a Fiera Bolzano.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211