Menu

Incontro orso – uomo, il video del motociclista in Val Rendena

Pubblicato il 9 aprile 2018 in Territorio

incontro orso  

Incontro orso – uomo, con la vittoria del primo. Ma non pensate ad un qualcosa di cruento. In realtà l’orso che ha trovato sulla strada Mirko Righi, nei boschi di Strembo in Val Rendena, si era appena svegliato dal letargo. O almeno così pare dai suoi movimenti assonnati, pigri. Certo, per il motociclista l’incontro con l’orso ha significato un cambio di strada. Visto che dopo alcuni minuti di studio (e di belle immagini che Righi ha caricato sul suo canale youtube e che vi proponiamo qua sotto), assodata la voglia dell’orso di stare sdraiato sulla strada, il motociclista ha intelligentemente fatto marcia indietro.

Incontro orso – uomo, cosa fare

Ecco i consigli della provincia di Bolzano in caso di incontro orso – uomo.

In caso di avvistamento a distanza. Se si avvista un orso in lontananza si può godere tranquillamente di questa rara opportunità. Non esistono pericoli, tuttavia non si deve  cercare di avvicinarsi, magari per scattare delle foto. Anche nel caso di avvistamento di cuccioli non tentare di avvicinarli né, tantomeno, di seguirli; la madre ha un forte istinto protettivo e probabilmente non è lontana.

In caso di un incontro orso ravvicinato. Se ci si trova improvvisamente a pochi metri di distanza da un orso, è importante  mantenere la calma e far notare la propria  presenza parlando a voce alta. L’orso si allontanerà.
Se ci si imbatte in un piccolo di orso bisogna allontanarsi con cautela, poiché quasi sicuramente la madre è nelle vicinanze. Questa è una delle rare occasioni di effettivo pericolo.
Se si incontra un orso e questo si dovesse alzare in piedi, non significa che esso stia per attaccare. L’orso, al pari di altri animali selvatici (lepre, marmotta, ecc..), assume questa posizione solo per meglio identificare  “l’oggetto” sconosciuto. È comunque opportuno allontanarsi lentamente, senza correre, lasciando sempre una via di fuga all’orso.

Incontro orso – uomo, attenzione ai falsi attacchi

Se l’orso manifesta un atteggiamento aggressivo. L’orso non attacca se non è provocato. L’eventuale atteggiamento aggressivo o minaccioso ha il solo scopo di intimorire ed allontanare la persona che lo ha in qualche modo disturbato. Per questo qualche volta si possono verificare falsi attacchi, che non portano ad un reale contatto con l’uomo.

Nel caso in cui l’attacco dovesse invece realmente verificarsi, esperienze acquisite in Nord America ed in Europa orientale suggeriscono di:

  • mettere qualcosa davanti a se, come il cesto dei funghi o l’equipaggiamento da pesca.
  • se ciò non aiuta, sdraiarsi a terra in posizione fetale, proteggendo la testa con le braccia.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211