Menu

Lanz-Kompatscher, incontro sull’aggregazione impresa-artigianato

Pubblicato il 22 febbraio 2018 in Imprese

PK_Jahresbilanz  

Nell’ambito di una riunione straordinaria, i vertici di lvh.apa Confartigianato Imprese hanno espresso direttamente al Presidente della Giunta Arno Kompatscher il proprio pensiero in merito all’unificazione degli uffici provinciali di artigianato e industria. L’opinione condivisa degli artigiani è sempre la medesima: le esigenze e le necessità di artigianato e industria sono differenti e non possono essere mischiate.

I vertici ed il Consiglio Direttivo di lvh.apa hanno discusso per oltre tre ore con il Presidente Kompatscher in merito alle possibili conseguenze di una fusione tra i due uffici. Chiara l’opinione degli artigiani altoatesini: i bisogni dell’artigianato sono troppo differenti e specifici della professione per essere trattati congiuntamente con quelli dell’industria. «L’artigianato è un motore economico forte. Garantisce posizioni formative e lavorative laddove le persone abitano e vivono – hanno affermato compatti i vertici lvh.apa -. Stiamo parlando del “collante sociale” utile a riunire componenti della popolazione radicalmente differenti tra loro. Un’impresa divenuta possibile grazie alla qualità, alla qualificazione ed alle performance garantite dai suoi attori. Nonostante la varietà del settore dobbiamo riuscire a legare l’influenza politica e la forza dell’artigianato».

Anche le aziende strutturate in piccole dimensioni rappresentano del resto un fattore da considerare: se nelle imprese industriali esistono dipendenti specializzati o addirittura interi comparti incaricati di svolgere i lavori burocratici, nelle ditte artigiane è il titolare ad assumersi questi compiti ed a vigilare sui singoli processi produttivi.

«L’obiettivo di questo incontro è stato quello di spiegare nuovamente al Presidente Kompatscher quali sono le esigenze dell’artigianato – ha concluso il presidente di lvh.apa Gert Lanz -. Il nostro comparto ha bisogno di persone di riferimento a livello politico ed amministrativo, persone che sappiano identificarsi con il settore e siano in grado di reperire soluzioni su misura per le piccole e medie imprese. Certo, le sinergie con gli altri uffici economici sono possibili e in diversi casi anche utili. Ma solo se risultano sostenibili, ovvero se il profilo di entrami i partner viene mantenuto ed ha la possibilità di svilupparsi autonomamente».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211