Menu

Idee e investitori insieme: torna «Innovation Nation Forum»

Pubblicato il 8 ottobre 2018 in Innovazione

alberto mattiello  

L’ecosistema italiano dell’innovazione vuole «diventare grande»: a sei anni dalla legge che ha istituito le startup innovative, servono più investimenti di venture capital, più interazione fra innovatori e imprese, un ruolo più attivo del settore pubblico. Innovation Nation Forum si presenta come naturale agorà in cui far crescere il confronto fra i suoi protagonisti: un incontro aperto ai fondi di investimento, alle imprese, alle startup, a chi ogni giorno lavora perché progetti di valore trovino la propria strada. L’appuntamento con la seconda edizione del format promosso da Milano Notai e Blum, è per venerdì 19 ottobre a Milano, all’hotel Rosa Grand in Piazza Fontana 3. L’evento è a ingresso libero, con iscrizione sul sito www.innovation-nation-forum.it. 

Sarà Alberto Mattiello, fondatore del Future Thinking Project della J. Walter Thompson Usa e docente di innovazione digitale all’Università Bocconi di Milano, ad aprire la giornata alle ore 10. Il suo speech offrirà un giro d’orizzonte sui trend tecnologici che portano al futuro attraverso la trasformazione digitale delle imprese.

La formula dell’evento riprende quella dell’edizione di debutto, che un anno fa ha visto partecipare oltre 300 persone allo speech e ai tavoli tematici. Dopo l’intervento di Mattiello, alle 11 e alle 12 le sale del Rosa Grand ospiteranno due round di discussione per ognuno dei quattro tavoli tematici: Agrifood, Med Tech, Fashion & Design, Green Energy. Saranno 24 i protagonisti dei workshop, un mosaico di competenze di alto livello, moderati da giornalisti del settore provenienti dalle principali testate.

I quattro tavoli

Per il tavolo Agrifood si confronteranno Andrea Casalini, Amministratore delegato Eataly online, Giacomo Fanin, Business developer Cereal Docks, Claudio Giuliano, Founder Innogest, Marco Magnocavallo, Co-founder e Amministratore delegato Tannico, Nicola Possagnolo, Food Advisor e Co-founder Zanze XVI e EVO, e Gabriella Scapicchio, Direttore Le Village by Crédit Agricole Milan.

Il tavolo Med Tech avrà come relatori Antonio Falcone, Amministratore delegato Principia, Layla Pavone, Chief innovation marketing and communication officer Digital Magics, Mario Pesaresi, Vice Presidente Fondazione Marche, Fabrizio Renzi, Director of Technology, Innovation, University & Research IBM Italia, Vincenzo Russi, Founder e CEO e-Novia, e Giorgia Zunino, Strategic project manager Parco Santa Maria della Pietà.

I workshop sulla Green Energy avranno come speaker Arianna Cecchi, Innovation Lead Climate-KIC Italy, Giovanni De Lisi, CEO e Founder Greenrail, Carlalberto Guglielminotti, CEO e General Manager EPS, ENGIE Company, Cesare Maifredi, General Partner 360 Capital Partners, Diego Parimbelli, Innovation Lab lead eMobility E.ON, ed Emilio Sassone Corsi, Founder e Amministratore delegato Glass to Power.

Per Fashion & Design i protagonisti della giornata sono Fabio Brigante, Head of Mid & Small Caps Origination, Equity Primary Markets, Borsa Italiana, Giusy Cannone, CEO Fashion Technology Accelerator, Stefano Guidotti, CEO Milano Investment Partners, Tommaso Paoli, Amministratore delegato Nuo Capital, e Jacopo Sebastio, Co-Founder Velasca.

«Per noi è naturale favorire il dialogo tra fondi di investimento, startup, imprese – spiega Giovannella Condò, co-founder di Milano Notai –. Lo facciamo per professione, ma anche per passione. Con questa seconda edizione torniamo a mettere a disposizione di tutti uno spazio che unisce ispirazione e concretezza».

«Anche quest’anno non sarà un’occasione celebrativa ma un “acceleratore” di conoscenze, competenze, network – spiega Luca Barbieri, cofounder di Blum e direttore di www.innovation-nation.it, progetto editoriale nato nel 2017 che pubblica quotidianamente contributi e riflessioni sull’innovazione italiana -. Il resto dell’Europa ha ricominciato a correre, la vicina Francia ci presenta un modello virtuoso di crescita esponenziale delle economie che innovano. Per non restare indietro non basta la lamentela, serve rimboccarsi le maniche e aiutare le tante eccellenze a mettersi in rete».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211