Menu

D’Alema e il suo vino al Merano Winefestival

Pubblicato il 12 novembre 2017 in Imprese

10151136_1529699900610931_6109644336112357489_n  

Massimo D’Alema e il suo vino al Merano Winefestival. «La politica avrebbe molto da imparare dal vino, se non altro perché nel vino si compete per la qualità», dice l’ex presidente del Consiglio al Corriere dell’Alto Adige oggi in edicola. «D’Alema – scrive Enzo Coco sul Corriere – è a Merano con l’azienda di famiglia La Madeleine che produce vini in Umbria ed è per questo che, dopo aver liquidato le querelle del centrosinistra con una battuta, preferisce parlare di enologia». L’azienda di famiglia di Massimo D’Alema e sua moglie Linda, che è al Winefestival per il terzo anno consecutivo, è presente a Merano con un Pinot nero e rimarrà in Alto Adige fino al 14 novembre, giorno di chiusura della manifestazione. Una sfida nella sfida quella del fondatore di Mdp: il Pinot Nero è infatti un vino punto di forza di regioni settentrionali come l’Alto Adige. «Noi, grazie ad una esposizione a nordest, collinare e a un microclima particolare con una forte escursione termica, ci siamo messi a produrre un pinot nero che ci da soddisfazione», sostiene d’Alema. La Madeleine è una azienda viticola umbra che Linda e Massimo D’Alema conducono a nome dei propri figli Giulia e Francesco che ne sono proprietari. Si tratta di 15 ettari di terreno, di cui circa 6,5 impegnati a vigneto, tra Narni e Otricoli, in provincia di Terni, tra 250 e  300 metri di altezza.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211