Menu

Comune, farmacie, biblioteche: il «Daywork» degli studenti volontari

Pubblicato il 20 aprile 2018 in Territorio

studenti_bis  

Nuovi dipendenti in Comune, Farmacie pubbliche, biblioteche. Per una giornata e con il loro compenso che sarà devoluto in beneficienza. Sono ragazzi delle scuole superiori: anche quest’anno Il Comune di Bolzano ha deciso di sostenere il progetto Operation Daywork, iniziativa nata e gestita completamente a titolo di volontariato dagli studenti delle scuole superiori altoatesine. In particolare l’amministrazione comunale ha contribuito in maniera significativa coinvolgendo diciassette studenti volontari in una giornata di lavoro negli uffici e nei diversi servizi comunali. Il loro compenso sarà devoluto interamente in beneficenza a favore dell’ONG Avosah del Benin.

Stamane l’Assessore comunale ai Giovani Angelo Gennaccaro, ha ricevuto in municipio a Bolzano i protagonisti di Operation Daywork. «Si tratta -ha detto- di un’interessante opportunità per i ragazzi e di una reale esperienza pratica nel mondo del lavoro. Allo stesso tempo Operation Daywork rappresenta un importante azione di solidarietà a cui il Comune di Bolzano partecipa in maniera convinta». Si sono così presentati al lavoro in Comune dciassette giovani (9 ragazze e 8 ragazzi). Di questi, 5 sono stati impiegati negli uffici amministrativi (Statistica, Segreteria Generale, Urp, Segreteria Assessorile, Scuole dell’Infanzia), 5 nelle Farmacie Comunali (via Resia, Firmian, Orazio, piazza Domenicani, via S.Geltrude) in un’attività specifica rivolta ai pazienti ovvero la misurazione gratuita della pressione arteriosa, 2 nella Biblioteca Europa in via del Ronco (analisi e compilazione di liste tematiche degli albi illustrati), 3 all’Ufficio Donna e allo stand informativo sull’Equal Pay Day in corso Italia, infine 2 all’ Ufficio Giovani per condurre interviste a studenti di Unibz per una rilevazione effettuata nell’ambito dell’Osservatorio per le politiche sociali.

L’associazione senza scopo di lucro Operation Daywork, è composta interamente dai ragazzi delle scuole superiori altoatesine e propone agli studenti di condividere da protagonisti attivi, progetti di cooperazione allo sviluppo. Cosi annualmente gli studenti ne scelgono uno e, dopo un’ approfondita campagna di sensibilizzazione, danno il loro contributo attivo lavorando senza compenso per un’intera giornata scolastica (giornata d’azione). L’ente, in cui essi prestano lavoro, in questo caso il Comune di Bolzano, s’ impegna a versare a Operation Daywork un’offerta economica pari a 51 Euro/studente per finanziare il progetto di cooperazione prescelto. Quest’anno gli aiuti economici sono destinati a Avosah, associazione di volontari per il soccorso e  l’assistenza umanitaria che dal 2002 nel Benin lotta contro la tratta di esseri umani e lo sfruttamento minorile, coinvolgendo i giovani e promuovendo lo sviluppo locale della comunità. Numerosi bambini di appena 10/12 anni, sono spinti infatti ad esercitare attività economiche in un età in cui dovrebbero frequentare la scuola. Il Benin è un paese di partenza, transito e arrivo di minori vittime della tratta, soprattutto bambine.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211