Menu

Case intelligenti ad Aslago, parte il progetto Sinfonia

Pubblicato il 20 ottobre 2017 in Innovazione

DSC_2981  

Trasformare le case Ipes di Aslago in case intelligenti. E’ l’obiettivo del progetto Sinfonia, un progetto co-finanziato dall’Unione Europea che conta 25 partner in tutto il vecchio continente. Bolzano è una delle due città pilota del progetto (l’altra è Innsbruck) e vedrà realizzati interventi articolati su tre filoni principali: il risanamento energetico degli edifici di edilizia sociale, l’efficientamento del sistema di teleriscaldamento e l’installazione di smart points e Totem/Smart Points in grado di offrire una serie di servizi ai cittadini. Nei prossimi due anni il Comune di Bolzano e l’Istituto per l’Edilizia Sociale (IPESristruttureranno 5 complessi residenziali (3 di IPES e 2 del Comune) per un totale di 9 edifici, nei quartieri Don Bosco e Oltrisarco-Aslago. In totale circa 30.860 m² e 345 alloggi sociali. Un intervento di ristrutturazione particolarmente innovativo allo scopo di contenere i consumi energetici e migliorare il comfort abitativo. Ora si sono avviati i lavori nel plesso comunale di via Passeggiata dei Castani ad Aslago. Il Sindaco Renzo Caramaschi sottolinea che «Non si tratta di una semplice riqualificazione, ma della concreta applicazione in cantiere di elementi di innovazione e ricerca tecnologica d’avanguardia.  E’ un grande passo verso il risparmio e il benessere abitativo, ma anche un grande investimento per le nostre imprese che potranno esportare la loro esperienza ed offrire così opportunità di lavoro anche ai cittadini di Bolzano».

DSC_3002

Gli edifici di via Passeggiata dei Castani saranno rivestiti da una facciata prefabbricata in legno con un innovativo sistema di isolamento e ventilazione. Si tratta di un prodotto che velocizza il risanamento, limitandone i disagi, e viene applicato per la prima volta in una ristrutturazione così ampia. «Questo prodotto descrive al meglio il modo in cui facciamo ricerca e il valore di un progetto come Sinfonia – ha commentato Wolfram Sparber, direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research – Il primo concetto di questa facciata è stato ideato dai nostri ricercatori e installato in alcuni edifici test in Europa. Il passo successivo è stato lavorare insieme alle imprese altoatesine per ottimizzare ancora il prodotto, testandolo nei nostri laboratori, e permettere ai progettisti e agli inquilini di sfruttarne i vantaggi».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211