Menu

Braies e Dobbiaco, la conta dei danni

Pubblicato il 7 agosto 2017 in Territorio

948450__no-name_  

Sono ingenti i danni del maltempo tra Braies e Dobbiaco. Fortunatamente il temporale di domenica pomeriggio pare non aver peggiorato la situazione di grave disagio causata dalla tempesta della notte. «Grazie all’ottima collaborazione fra autorità, forze dell’ordine, volontari e popolazione, possiamo dire che nonostante gli ingenti danni la situazione è attualmente sotto controllo» ha detto l’assessore provinciale Arnold Schuler al termine del sopralluogo effettuato domenica, assieme al direttore della Protezione civile Rudolf Pollinger e al presidente dell’associazione provinciale dei vigili del fuoco, Wolfram Gapp, nelle zone dell’Alta Pusteria maggiormente colpite dalla violenta ondata di maltempo della notte scorsa.

948453__no-name_

I danni sono stati piuttosto ingenti sia per quanto riguarda i terreni agricoli, sia per quanto riguarda edifici e abitazioni civili. La situazione più delicata rimane quella di Ferrara, frazione del paese di Braies. «Nella parte alta del Rio Braies – commenta Pollinger – si è verificato uno smottamento che ha interessato in maniera decisamente seria molte case e terreni situati nei pressi della caserma dei vigili del fuoco, compresa la chiesa. I problemi principali si sono registrati nelle cantine e all’interno degli appartamenti situati a piano terra».

948456__no-name_

In totale, sono 140 i vigili del fuoco volontari di tutta la Val Pusteria all’opera nelle zone colpite dal maltempo, con diverse ruspe al lavoro soprattutto in località Brüggele, dove le strade sono state travolte da fango e detriti. L’Hotel Brückele è ora nuovamente raggiungibilw con tutti i mezzi, la malga Prato Piazza solo con veicoli fuoristrada, mentre alla malga Rossalm ci si può recare solamente a piedi. I problemi legati alla mancanza di energia elettrica in alcune zone sono stati momentaneamente risolti con l’impiego di alcuni generatori, fortunatamente non si segnalano danni per il temporale del primo pomeriggio di oggi, eccezion fatta per alcuni disagi al traffico lungo la circonvallazione di Monguelfo.

948447__no-name_

Da Braies a Dobbiaco: la strada che porta a Cortina è interrotta a causa dell’esondazione di un corso d’acqua che ha portato con sè fango e detriti. Lo stesso smottamento sta causando notevoli problemi anche al lago di Dobbiaco, dove il deflusso dell’acqua risulta ostruito: i vigili del fuoco volontari sono al lavoro, assieme ai tecnici dell’Ufficio provinciale sistemazione bacini montani est, per realizzare una sorta di bypass in grado di risolvere la situazione. Per quanto riguarda, infine, la viabilità: rimangono chiuse sia la strada statale 51 di Alemagna tra Dobbiaco e Cortina, così come la linea ferroviaria della Val Pusteria tra Dobbiaco e San Candido. Rimarrà probabilmente off limits sino a martedì anche la strada che porta al lago di Braies.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Meteo in Alto Adige
Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211