Menu

Musei provinciali: 9,3 milioni di euro per il 2018

Pubblicato il 15 maggio 2018 in Territorio

Museum Ladin Ursus  

È di 9,3 milioni di euro l’assegnazione per il 2018 a favore dei 10 musei gestiti dalla Provincia di Bolzano, con 16 sedi sparse sul territorio in immobili di proprietà. Lo ha deciso la Giunta provinciale, riunitasi il 15 maggio, su proposta dell’assessore ai musei Florian Mussner, che ha sottolineato: «Intendiamo sostenere i musei provinciali altoatesini nel loro significativo ruolo di istituzioni culturali, formative e di ricerca, assicurando che anche in futuro incontrino l’interesse di chi vive in Alto Adige, ma anche dei tanti turisti, e che possano continuare a crescere, come dimostrano anche gli 870.000 visitatrici e visitatori dell’anno scorso».

Investimento a sostegno della cultura e della ricerca

Museo Archeologico dell'Alto Adige

Museo Archeologico dell’Alto Adige

Il finanziamento è utilizzato in primo luogo per mostre e pubblicazioni, per il personale provinciale impiegato nei musei, per investimenti negli allestimenti e nella ricerca e per le attività pubblicitarie, promozionali e di marketing nell’anno in corso. Il suo impiego va a favore di: Museo Archeologico dell’Alto Adige, Castel Tirolo, Touriseum, Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, Museo provinciale del vino, Forte di Fortezza, Museo provinciale della caccia e della pesca, Museo provinciale Miniera, Museum Ladin e Museo provinciale degli usi e costumi, che, insieme, costituiscono l’ampia rete di musei gestiti dalla Provincia.

«Attualmente in tutti i Musei provinciali stiamo lavorando specificamente sulla professionalizzazione dell’attività di ricerca e sulla qualità e varietà delle proposte di didattica museale», spiega Karin Dalla Torre, direttrice dei Musei provinciali altoatesini. Nel 2017 l’Azienda Musei provinciali ha stanziato circa 873.000,00 euro dal proprio budget per progetti di ricerca: sottoposti al parere del comitato per la ricerca dell’Azienda e sviluppati insieme a musei e università pubbliche e private italiane ed estere, tali progetti costituiscono la base del lavoro museale.

Catel Tirolo, cortile interno

Catel Tirolo, cortile interno

Premesse e previsioni di bilancio

Anche nel 2016 e nel 2017 ai musei provinciali altoatesini erano stati assegnati 9,3 milioni di euro: di questi, 5.625.000 euro vanno a coprire i costi del personale provinciale fisso e stagionale, spesa corrente che viene rimborsata alla Ripartizione personale della Provincia. L’Azienda Musei provinciali sostiene invece direttamente le spese relative ai contratti stipulati nell’ambito di progetti di ricerca e a quelli privatistici stagionali a tempo determinato possibili a partire dal 1° gennaio 2018 grazie a un accordo con i sindacati. Il bilancio di previsione dell’Azienda Musei provinciali per il 2018 ammonta a 15.018.748,50 euro. La differenza di 5.718.748,50 euro rispetto all’assegnazione annuale, i 10 Musei provinciali la reperiscono tramite gli ingressi, le vendite dello shop e gli introiti da affitti. Nel 2017 hanno avuto un grado di copertura autonoma di spesa del 36%, un valore assai elevato per un’azienda culturale pubblica.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211