Menu

Bolzano, città più cara d’Italia? (Forse) non è così

Pubblicato il 16 giugno 2017 in Territorio

Bolzano  

Bolzano potrebbe non essere la città più cara d’Italia. Regolarmente i media riportano la notizia che Bolzano sarebbe la città più cara d’Italia e che la causa di ciò sarebbe il tasso di inflazione più elevato. Sembra però che questa interpretazione sia ingannevole. «Il tasso di inflazione non indica quanto sono cari i beni e servizi ma solo di quanto sono aumentati i prezzi di questi beni e servizi in un determinato periodo» informa il Presidente della Camera di commercio di Bolzano, Michl Ebner.

«Il tasso di inflazione non fornisce informazioni sul prezzo dei beni»

Come abbiamo già riportato su Alto Adige Innovazione, secondo le rilevazioni sui prezzi al consumo dell’Astat/Istat a maggio 2017 Bolzano è stata la città con il più alto tasso di inflazione (2,2%), seguita da Venezia e Trento. Ciò significa, che la spesa media per i consumi finali di beni e servizi è diventata più cara del 2,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Sulla base di questi dati, l’Unione Nazionale dei Consumatori ha dichiarato Bolzano la città più cara d’Italia. Il tasso di inflazione però non fornisce informazioni su quale sia il prezzo di questi beni e servizi nel confronto assoluto, pertanto la conclusione che Bolzano sia la città più cara d’Italia non è corretta.

Ma anche un confronto diretto del livello assoluto dei prezzi tra le città è difficile. Il Ministero dello sviluppo economico ha una banca dati (http://osservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it) nella quale si trovano i prezzi di beni di consumo selezionati di tutti i capoluoghi di provincia italiani. Lo stesso ministero sconsiglia però di effettuare dei confronti sui prezzi in base a questi dati. Questo perché questi prezzi sono gli stessi che vengono rilevati nell’indagine sui consumi dell’Istat che viene utilizzata per il calcolo dell’inflazione. Qui vengono pertanto rilevati i prezzi dei prodotti più acquistati nelle rispettive città, che possono essere molto diversi per qualità e marchio.

Alto Adige, tanti i prodotti di qualità più costosi

L’Alto Adige vanta il più elevato livello di benessere nel confronto nazionale (osservando il Pil per abitante) e il più elevato potere d’acquisto (Istat 2015). Inoltre, uno studio dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro rileva che il settore privato in Alto Adige paga gli stipendi netti più elevati di tutta Italia. Allo stesso modo è diffuso l’apprezzamento per prodotti di qualità, il che comporta che a Bolzano i prezzi per prodotti di qualità più costosi siano presenti più spesso rispetto alla media. Ecco perché nel confronto sul livello dei prezzi, che si basa sui prodotti acquistati più spesso, Bolzano risulti in apparenza più cara, mentre non è possibile fare dichiarazioni sulle differenze di prezzi di prodotti identici.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
Meteo in Alto Adige

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211