Menu

Alto Adige Pass e abo+, nuove regole per richiederlo

Pubblicato il 9 marzo 2018 in Opportunità

abo+bis  

Chi, dal 31 marzo 2018, volesse richiedere un nuovo AltoAdige Pass o un EuregioFamilyPass, avrà bisogno di una chiave digitale di accesso, ossia uno SPID o una Carta Servizi attivata con lettore. Gli AltoAdige Pass già attivi potranno essere utilizzati come di consueto, solo per l’accesso al conto utente online sarà necessario essere in possesso di questa chiave digitale di accesso al più tardi entro fine novembre 2018. Anche per quanto riguarda le nuove richieste di abo+ per l’anno scolastico 2018/2019 (possibile dal 1° maggio), sarà necessaria lo SPID o la Carta Servizi attivata con lettore, e la conversione alla chiave digitale di accesso riguarda anche i rinnovi, con un cambiamento che è però graduale: dal 1° maggio al 30 novembre 2018 la richiesta può essere fatta sul sito web www.mobilitaaltoadige.info, oltre questa data anche per il rinnovo sarà necessario possedere uno SPID o una Carta Servizi attivata con lettore (Infomobilità 840 000 426).

Per gli studenti minorenni la richiesta viene effettuata dai genitori o da un tutore legale, il rinnovo dell’AltoAdige Pass abo+ di un alunno che nel frattempo è diventato maggiorenne viene considerato come una nuova richiesta che deve essere presentata dallo studente stesso, il quale dovrà dunque essere in possesso di SPID o Carta Servizi attivata. Nessuna novità, invece, per le richieste di AltoAdige Pass 65+ e AltoAdige Pass free, che possono essere effettuate come di consueto presso i punti vendita autorizzati o all’Ufficio trasporto Persone. In questo caso non è necessaria nessuna chiave digitale di accesso. Attualmente, i cittadini in possesso di AltoAdige Pass sono 134.000, circa 70.000 sono i conti utente online utilizzati, 10.000 le nuove richieste all’anno, più di 80.000 gli abo+ da rinnovare annualmente e molte migliaia i nuovi abo+ richiesti ogni anno.

«Il gruppo di utenti è molto grande – spiega l’assessore alla mobilità Florian Mussner – e vogliamo che la conversione avvenga in modo graduale per lasciare ai cittadini il tempo necessario a prendere confidenza con questi strumenti». L’introduzione in Alto Adigedella chiave digitale di accesso ai servizi online della pubblica amministrazione con SPIDo Carta Servizi attivata con lettore è “figlia” dell’applicazione delle direttive statali in materia, che prevedono la creazione di un’identità digitale tramite la quale i cittadini possano avere un accesso personale, univoco e sicuro a tutti i servizi e documenti. “Gli utenti possono accedere ai servizi dell’amministrazione 24 ore su 24 – conclude l’assessora all’informatica Waltraud Deeg – ciò significa prestazioni immediate e più veloci, niente code agli sportelli ed un passo in avanti importante verso un’amministrazione moderna, efficiente e attenta ai bisogni dei cittadini. I codici di accesso personali come SPID o la carta del cittadino garantiscono anche il massimo livello di sicurezza durante lo scambio di dati “.

Infomy.civis.bz.it/aiuto  – 800 816 836 (lunedì-venerdì, 9-17)

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211